Con Ferruccio Spinetti e Petra Magoni, a teatro la Musica torna ad essere Nuda

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fano, 19 marzo 2015 – Nuovo prestigioso appuntamento per Jazz ‘in provincia. Questa volta la rassegna itinerante nei teatri storici del territorio organizzata da Fano Jazz Network, farà tappa (venerdì 20 marzo alle 21) a Fano con Musica Nuda, progetto che identifica uno dei più celebrati duo italiani. Al Teatro della Fortuna saranno in scena, in anteprima nazionale, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti ed il loro nuovo album in uscita per la Warner il prossimo 31 marzo in Italia ed il 20 aprile in Francia dal titolo “Little Wonder”. Il concerto della Magoni e di Spinetti sarà replicato sabato al Comunale di Porto San Giorgio

A distanza di due anni dal precedente album, il duo Musica Nuda si presenta dunque nuovamente sulla scena musicale internazionale con un nuovo progetto che pone un sigillo su una carriera lunga dodici anni e costellata di successi. Il titolo è la sintesi di Musica Nuda, ovvero, una piccola meraviglia. 
“Non è la presunzione che ci ha fatto scegliere questo titolo – dichiarano Petra e Ferruccio – bensì la riscoperta della nostra unicità con lo stesso l’entusiasmo che oggi, come all’inizio del nostro percorso artistico, contraddistingue quello che facciamo. “Little Wonder” è anche e soprattutto un regalo che abbiamo fatto a noi stessi”.

L’album si apre con “Is This Love“ in cui, per la prima volta, il duo si avvicina al reggae di Bob Marley, qui totalmente trasformato in un brano con walking bass; segue “Ain’t no sunshine” di Bill Withers, che nell’interpretazione di Petra e Ferruccio si veste di nuova luce. 
Nelle undici tracce sono contenuti anche brani più recenti come “Practical Arrangement” di Sting. Non mancano, come sempre, i riferimenti alla canzone d’autore italiana e straniera, quest’ultima degnamente rappresentata da “Al freddo al freddo” di Vladimir Vysotsky e da “Quand il est mort le poète” di Gilbert Bécaud. Tra le riletture di brani celebri della tradizione italiana spicca una versione inedita di “Stessa spiaggia, stesso mare”.

Ed ancora “Un vecchio errore” di Paolo Conte e “Io sono metà”, brano originale del repertorio di Musica Nuda, qui reinterpretato in una versione decisamente diversa. In “Sei forte papà”, Petra e Ferruccio scavano con tenerezza e ironia nei loro ricordi d’infanzia, mentre in ‘Far niente’ di Chico Buarque, ospitano Nicola Stilo alle chitarre e ai flauti, rileggendo un grande classico della canzone d’autore brasiliana. L’album si chiude con un’intensa versione de “La vie en rose” di Édith Piaf cui il duo restituisce, con la bellezza del cantato e la ricercatezza dell’arrangiamento, una seconda vita. 

L’apertura dei due concerti marchigiani è affidata a Piero delle Monache. Sassofonista e compositore di origini abruzzesi – di formazione jazz ma ormai difficile da classificare in un genere musicale predefinito – Piero Delle Monache è attivo sulla scena musicale italiana e internazionale. In solo o con la sua band, Delle Monache ama coinvolgere l’ascoltatore con melodie semplici e raffinate, dalla forte capacità narrativa. Al suono del sax si uniscono spesso pennellate elettroniche e un delicato uso della loop station.

Prossimo appuntamento della rassegna Giovedì 26 marzo con il duo Eduardo e Roberto Taufic Duo a San Costanzo, Teatro della Concordia.
Info: [email protected] tel. 0721 803043; cell. 3420601568 Fano Jazz Network web site: www.fanojazznetwork.it



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Affarista marchigiano prigioniero in Libia Successivo Buon Compleanno a Bruce Willis