Convalidato l’arresto del vigile urbano assenteista

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ancona, 26 settembre 2014 – Da truffa aggravata e falso a tentata truffa: con quest’ultima ipotesi di reato è stato convalidato l’arresto in flagranza di Mauro Mancini, il 55enne tenente dei vigili urbani arrestato ieri mattina per assenteismo.

Questa mattina, dopo l’udienza di convalida in tribunale ad Ancona, Mancini è stato rimesso in libertà: sarà processato per tentata truffa il prossimo 31 ottobre. Il comune lo ha però sospeso, insieme al collega che ha timbrato il badge al suo posto.

Durante l’udienza di convalida, che lo ha visto assistito dall’avvocato Marta Balestra, Mancini ha spiegato che la mattina dell’arresto non era in servizio perché avrebbe dovuto coprire il turno pomeridiano. Intendeva però svolgere un servizio di consegna di buoni pasto presso un esercizio pubblico alle 10 e per evitare di passare al Comando, aveva chiesto ad un collega di smarcare il cartellino (lasciato in ufficio) al suo posto. Poi, invece, la figlia gli aveva chiesto di tenere il nipote ed aveva tardato per un imprevisto, tanto che i colleghi andati ad arrestarlo lo hanno trovato sotto casa con il figlio in braccio.



 

Precedente tV: boom ascolti per Che Dio ci aiuti Successivo Furto nella notte in una tabaccheria