Cooperative di lavoro, maxi evasione da 3,5 milioni di euro: sei denunce

I responsabili di fatto delle particolari imprese, intestate a dei prestanome, sfruttando i vantaggi fiscali riservati a questa tipologia di società beneficiavano di una rilevante riduzione delle imposte

di Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO

Guardia di Finanza   al lavoro

Guardia di Finanza al lavoro

Fabriano (Ancona), 18 febbraio 2013 – Cinque realtà del settore logistica e trasporti operanti in città, ognuna delle quali con in media una quindicina di lavoratori fissi, sono finite nel mirino di una vasta indagine della Finanza ipotizzando un’evasione di tre milioni e mezzo di euro che ha portato a sequestrare tre immobili e 16 automezzi. La locale tenenza guidata dal comandante Vincenzo Lanza in collaborazione con il comando di Ancona ha denunciato cinque italiani residenti tra le province di Napoli e Ancona e un nigeriano residente ad Osimo in quanto a loro sarebbe riconducibile la proprietà di quelle che vengono considerate dagli inquirenti vere e proprie aziende di servizi. L’ipotesi di frode fiscale formulata dagli investigatori si fonda sulla ricostruzione che si tratterebbe, appunto, di imprese di settore a tutti gli effetti e non di cooperative, formula questa che sarebbe stata scelta per ottenere una rilevante riduzione delle imposte. Per gli inquirenti dietro il dichiarato ‘scopo mutualistico’ per assicurare ai soci-lavoratori condizioni occupazionali più favorevoli si celavano autentiche attività commerciali dove i soci sarebbe stati in realtà dipendenti senza beneficiare di mutualità, migliore trattamento economico, orari flessibili e diritto al voto nelle assemblee. Da qui la decisione del Gip del Tribunale di Ancona di procedere al sequestro preventivo di tre immobili, 16 automezzi e la somma si 174 mila euro attraverso disponibilità finanziarie riconducibili agli indagati. In tutto, insomma, l’equivalente economico di quei 3 milioni e mezzo di euro che secondo gli investigatori sarebbero stati al fisco attraverso la costituzione in cooperative di realtà ritenute, invece, a tutti gli effetti verticistiche.

Alessandro Di Marco

Precedente Accadde oggi 19 Febbraio 2013 Successivo Il padre lo picchia per la sbronza: va in caserma per denunciarlo e aggredisce i carabinieri