Corsi di italiano per stranieri, ritorno alle origini

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fano (Pesaro e Urbino), 1 ottobre 2014 – Ritorno alle origini per i corsi di italiano per stranieri dopo le recenti polemiche che hanno visto coinvolta da una parte l’associazione Millevoci, che chiedeva spazi all’interno della Padalino, e dall’altra il preside di quella scuola che quest’anno non ha rinnovato la disponibilità di aule a causa di un aumento degli studenti delle medie.

Grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Comune di Fano – annuncia con una nota l’associazione Millevoci – possiamo ricominciare i corsi di italiano gratuiti per stranieri. E per farlo, ritorniamo all’origine, nei locali della ex III circoscrizione nel centro commerciale di San Lazzaro, in via San Lazzaro 8/A, luogo che ha visto nascere l’associazione e che ora ci riaccoglie a braccia aperte”.

L’avvio delle lezioni è fissato per il 6 ottobre. “Abbandoniamo con dispiacere il centro storico – prosegue la nota -, facile da raggiungere per i nostri studenti e probabilmente più adatto dal punto di vista logistico (le lezioni presso la scuola media G. Padalino si tenevano in vere e proprie aule scolastiche), ma animati da passione e determinazione, faremo il massimo per fornire al meglio i nostri servizi e per continuare la nostra mission”.

I corsi, come sempre, si articoleranno in due fasce orarie, quella mattutina e quella pomeridiana. Il mattino di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 11:30; tutti i pomeriggi (dal lunedì al venerdì) dalle 18 alle 19:30. “Comporremo due classi – termina l’associazione -, una di studenti principianti, che non conoscono affatto la lingua italiana e l’altra di avanzati, ovvero che hanno una conoscenza base o nello scritto o nel parlato. Una grande attenzione sarà come d’abitudine rivolta agli analfabeti in lingua madre e/o nelle lingue neolatine, i quali saranno seguiti individualmente da volontari e tirocinanti”.



 

Precedente Lancia mattone contro negozio: arrestato Successivo Droga, un anno e mezzo alla nonna pusher