«Corvatta furbetto dell’Imu». Esposto dei 5 Stelle in Procura

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova, 17 ottobre 2014 – UN ESPOSTO in procura, sulle imposte sugli immobili pagate dal sindaco di Civitanova Tommaso Corvatta. Lo hanno depositato a Macerata lunedì gli esponenti del Movimento 5 Stelle, con una serie di documenti in merito alle proprietà del primo cittadino. La contestazione ruota intorno all’ambulatorio di corso Umberto I, che il sindaco ha ricevuto in donazione dal padre nel 2007. Nell’atto notarile dell’epoca, l’ambulatorio viene classificato «abitazione di tipo economico», nella categoria catastale A/3. Ma era dal 1989 — sostengono i grillini — che l’appartamento era usato come ufficio e ambulatorio, come dichiarato anche dal sindaco più volte e come riportato nel documento prodotto da Corvatta alla Civita.S nel febbraio 2013.

La diversa classificazione catastale comporta ovviamente diverse imposte di trascrizione e catastali: in pratica, si sostiene nell’esposto, conveniva far passare lo studio per abitazione di tipo economico. Dal 2007 inoltre il sindaco sarebbe proprietario anche di quote (per il 22 per cento) di altri due immobili in città. Per questo avrebbe pagato più Ici rispetto a quella che pagava il padre per l’ambulatorio. Nell’esposto si rileva anche come Corvatta faccia riferimento a una rendita presunta, mentre oggi la legge prevede che la rendita sia stabilita da un professionista abilitato. Eppure la Civita.S avrebbe accettato un documento firmato dal sindaco sulla proprietà, inserendo solo l’ambulatorio e omettendo le quote degli altri due immobili, che peraltro risultano nelle dichiarazioni patrimoniali redatte da Corvatta per la legge sulla trasparenza. Ora che la Civita.S ha accatastato correttamente l’immobile di corso Umberto I, il valore catastale è passata da 95mila euro a 239mila. «Come mai la Civita.S ha avviato la procedura solo lo scorso gennaio — domanda Fabio Buttiglieri, del M5S —, lasciando passare un anno dalla presentazione dalla dichiarazione non conforme alle procedure e perdendo così la possibilità di recuperare il dovuto per il 2007? Il sindaco è andato anche in televisione a denigrare i concittadini furbetti, ma come si dice: mai sputare per aria».



 

Precedente Ircr, il palazzo è ancora semivuoto. Affitti con lo sconto per riempirlo Successivo Operaio schiacciato da un bancale: grave un 55enne