«Così i ladri sono entrati nelle nostre case»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Macerata, 10 novembre 2014 – Cinque appartamenti visitati dai ladri un paio d’ore. E successo venerdì pomeriggio, tra le 18 e le 20. Un assalto portato dai banditi al quartiere Vergini. A raccontarlo sono tre delle cinque persone, tutte residenti in via Giussani da Carpi, finite nel mirino dei malviventi. Una è Flora De Angelis, commerciante, titolare del negozio per bambini «Joie» in via Lauri. «Mi sono resa conto di quanto accaduto rientrando a casa, venerdì dopo le 20 – racconta –. All’ingresso, infatti, ho trovato un cuscino che avevano lasciato lì dopo aver rovistato in ogni angolo delle camere. Hanno portato via borse e vestiti. Per entrare, hanno forzato la finestra salendo sul balcone».

I ladri sono poi passati alla palazzina dietro a quella della commerciante, e qui hanno preso di mira l’appartamento di Salvatore Calì, siciliano 46enne che lavora per un’impresa edile di Tolentino. Sono saliti sul balcone attraverso la grondaia, poi è stato un gioco da ragazzi entrare in casa dalla finestra del soggiorno. «Ero uscito intorno alle 17.15 – racconta Calì –, sono rientrato dopo le 22.30 e c’è voluto poco per capire cos’era successo. Ho trovato tutto sottosopra, ma per fortuna io non tengo in casa né soldi né oggetti di valore». Così si sono dovuti accontentare di un orologio Chronostar e di due braccialetti. Non contenti, hanno portato via anche un paio di scarpe.

Sempre in via Galasso da Carpi, è toccato anche a Giorgio Rinaldelli, 72 anni, e alla moglie Rosa Tota. Vivono al primo piano della palazzina al civico 16, ma i banditi hanno scelto il terrazzo sul retro per entrare in casa. Anche in questo caso sono saliti arrampicandosi sulla grondaia, poi sono penetrati nella camera da letto.

A quel punto hanno trovato un intoppo, perché la porta che dà sulle altre stanze era chiusa a chiave. Un gioco da ragazzi forzarla per completare la visita. «Io sono tornato alle 19 – spiega Rinaldelli – e ho trovato la casa messa a soqquadro. Ma alla fine hanno portato via solo una catenina. Mia moglie dice pure che non ha un gran valore».

I ladri sono passati poi in altri due appartamenti, sempre della stessa zona, uno in via Ventura (anche qui senza rimediare granché) e l’altro in contrada Morica, da cui sono usciti con 450 euro in contanti. Infine, un colpo, sempre venerdì, è fallito in un’altra zona della città, in via Bartolini a Collevario: la finestra dell’abitazione presa di mira dai ladri ha infatti resistito all’assalto.

La Questura lancia l’appello: «Segnalate tempestivamente ogni situazione sospetta o che ritenete a rischio», scrivono dalla Questura.



 

Precedente Rissa tra ragazzi in discoteca Successivo FABRIANO - Tutto esaurito per il concerto di Sergio Cammariere al Teatro Gentile