Covo dello spaccio, le mani della legge sul bottino: refurtiva restituita ai proprietari

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Porto Recanati (Macerata), 30 settembre 2014 – E’ stata restituita ai legittimi proprietari la refurtiva trovata nel covo degli spacciatori pachistani in via Leopardi a Porto Recanati. Tra le altre cose, un notebook rubato a Porto Recanati a bordo di un’auto di una donna di Osimo, un notepad Samsung rubato a Civitanova a fine agosto nell’auto di un uomo di San Ginesio.

La refurtiva aveva un valore di mille euro. I due pachistani, Adeel Adrees e Aftab Mohammad, erano stati trovati con un chilo di eroina. Ora dovranno rispondere anche dell’accusa di ricettazione.

Intanto, i carabinieri di Potenza Picena hanno denunciato per ricettazione un ventenne di Recanati trovato in possesso di uno smartphone rubato a una 17enne di Potenza Picena. Il ragazzo, J. E. le sue iniziali, è stato trovato con il cellulare durante una perquisizione.



 

Precedente Centrato da un’auto sulla Flaminia: è il terzo ciclista investito in 24 ore Successivo Investe con l'auto ​due studenti