Da Antonella Ruggiero alla Form, l’ottava sinfonia di Civitanova Classica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 21 novembre 2015 – L’Orchestra Filarmonica Marchigiana in apertura e in chiusura l’incantevole voce di Antonella Ruggiero. Tutto pronto per l’ottava edizione di Civitanova Classica Piano Festival, che propone sei concerti aprendosi ancora con forza al territorio e ai giovanissimi. Ieri, a palazzo Sforza, si è alzato il sipario sul cartellone. Si inizierà domenica 29 novembre, alle 17.30 al teatro Annibal Caro con la Form, con il concerto di inaugurazione diretto da Micheal Zukernik. Al pianoforte il musicista marchigiano d’adozione Gianluca Luisi e Andrea Di Buono come voce recitante. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana sarà protagonista anche mercoledì 2 marzo (alle 21.15) con il concerto «Brahms 2», diretto da Matteo Pagliari, con Lorenzo Di Bella al pianoforte, direttore artistico della rassegna.

La Form poi incontrerà gli studenti con «Pierino e il lupo», proseguendo il Progetto Scuola con i ragazzi dell’Istituto comprensivo «Via Tacito» che, quest’anno, nell’auditorium della scuola Mestica vivranno la fantasia di Prokofiev. Sabato 30 gennaio invece alle 21.15, nella sala lettura della biblioteca, ad ingresso libero, per lo Spazio Giovani si esibiscono Elisa Conestà di 12 anni al pianoforte, Ares Midiri di 9 anni al violino e il duo Rosamunde (Elena Antongirolami e Melissa Galosi) al pianoforte. All’Annibal Caro si torna anche domenica 10 aprile, alle 17.30 con «Recital». Al pianoforte Martin Kasik, «uno dei rappresentanti più importanti della scuola boema – ha sottolineato Di Bella -, vincitore dello Spring Music Competition e del New York Young Concert Artists Competition».

La chiusura, giovedì 12 maggio alle 21.15 al teatro Rossini, sarà affidata ad Antonella Ruggiero, in veste di solista, accompagnata al pianoforte da Andrea Bacchetti, volto popolare di Chiambretti Night. Parte dell’incasso sarà devoluto alla Croce Verde per la sua attività. «Una manifestazione che inizia dai giovani e arriva ai grandi interpreti internazionali – ha spiegato il sindaco Tommaso Claudio Corvatta -. Non è una rassegna fine a se stessa ma la sua forza sta nell’originalità. Il festival è per noi un vanto e un punto di forza che ci permette di destagionalizzare l’offerta culturale cittadina». Rosetta Martellini, presidente dei Teatri, ha parlato di un festival «che è un vero e proprio progetto culturale, che si realizza grazie ad una risorsa della nostra città: non dimentichiamo che Di Bella è civitanovese e che, grazie alla sua rete professionale, riesce a garantire un cartellone di assoluto prestigio». Alla conferenza era presente anche l’attore Andrea Di Buono. Biglietti acquistabili in tutte le biglietterie del circuito Amat. Per informazioni: www.civitanovaclassica.it

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Pesaro, abusi sessuali su tredicenne Cinquantenne voleva farla prostituire Successivo Prende a mazzate la vetrina del negozio e ruba diversi cellulari