Danni per crimini di guerra, il giudice dichiara la Germania contumace

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli Piceno, 12 maggio 2015 – La Germania non si è costituita nel processo per risarcimento danni per crimini di guerra e il giudice del tribunale di Ascoli, Enza Foti, l’ha dichiarata contumace.

Il procedimento è iniziato lo scorso 27 aprile su iniziativa dei familiari di quattro persone di San Benedetto. La Germania non riconosce la giurisdizione italiana sul caso a seguito di una sentenza del 2012 della Corte costituzionale dell’Aia, nonostante un pronunciamento contrario della Corte Costituzionale italiana del 2014.

Il giudice non ha ritenuto necessario sentire alcuni testimoni così come richiesto dell’avvocato Lucio Olivieri, che assiste i ricorrenti. Si tratta di persone molto anziane che all’epoca hanno assistito a fatti inerenti la causa. Per il giudice è sufficiente la produzione di atti dei ricorrenti, provenienti dall’Archivio di Stato. La discussione della causa è stata quindi fissata per il 6 novembre 2015.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Whirlpool, nuovo incontro al Mise 20/5 Successivo Senigallia, pusher denunciato per il giovane andato in overdorse