"Dedalo" per aiutare i giovani a orientarsi fra lavoro e mondo digitale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro), 5 maggio 2015 – E’ stato inaugurato oggi alla Mediateca Montanari di Fano, «Dedalo», il progetto sperimentale volto ad «aiutare i giovani ad orientarsi nel complesso mondo delle informazioni». E’ il nuovo servizio cittadino di Informagiovani, sempre fornito da Agenzia Giovani, ma integrato nella nuova sede alla Memo: è attivo nella Sala dell’Informazione, il martedì e giovedì dalle 15 alle 19 e il venerdì in orario 10 – 13.

Nato dalla sinergia fra gli assessorati alle Politiche giovanili e alle Biblioteche e la collaborazione di Agenzia Giovani e Mediateca Montanari, Dedalo offre servizi gratuiti rivolti ai giovani tra i 16 e i 35 anni, su apprendimento linguistico, formazione e lavoro, percorsi di information digital, redazione di Curriculum Vitae e opportunità estere.

«Puntiamo a rilanciare l’attività dell’Informagiovani in una dimensione nuova già dal punto di vista concettuale per sviluppare il progetto di una biblioteca sociale – spiega Samuele Mascarin, assessore comunale alle Biblioteche -: la Memo è la seconda piazza di Fano ed è già un punto di riferimento per tantissimi giovani, quindi è la sede giusta per fornire questi servizi di informazione ed orientamento alla parte più giovane della città».

«Sono ottocento i giovani disoccupati a Fano, come risulta dai dati forniti dal Job, ma una parte di questi ragazzi non lavora, non studia e non si rivolge al Centro per l’impiego. Ora qui alla Memo – sottolinea l’assessore alle Politiche giovanili Caterina Del Bianco – potranno rivolgersi alle due operatrici di Dedalo, Linda Bargnesi e Sara Nucci, per richiedere informazioni su lavoro, bandi e concorsi, formazione, opportunità europee ed associazionismo. E’ una scelta condivisa con la Provincia: il 1° aprile abbiamo firmato un protocollo con gli altri Informagiovani del territorio provinciale per condividere tutte le informazioni».

«Fare squadra, collaborare, integrazione fra i servizi del servizio pubblico: sono le parole – chiave per riuscire ad orientare i giovani, a far loro scoprire le vocazioni -evidenzia il sindaco Massimo Seri – . Sono molto contento del lavoro dei due assessori più giovani della mia giunta».

«Questo progetto -precisa Roberta Galdenzi direttrice delle Politiche per i giovani del Comune di Fano – nasce dai bisogni del territorio, per rispondere al meglio alle richieste dei giovani». «Agenzia Giovani continuerà ad essere un osservatorio per testare le loro esigenze -ribadisce Roberto Busca funzionario delle Politiche giovanili -e diventerà anche un referente per il mondo dell’associazionismo».

«Ci piacerebbe anche intercettare le esigenze dei giovani utenti anche per cercare di dare sempre di più un servizio personalizzato» auspica il direttore della Mediateca Montanari, Danilo Carbonari.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Respinto il ricorso di Caserta: domenica con Pesaro è davvero spareggio Successivo Imprenditore arrestato negli Usa Assaggia la libertà ma col braccialetto