Delitto di via Crivelli, sulla bara di Roberta Pierini le parole della figlia: foto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Chiaravalle (Ancona), 16 ottobre 2015 – La bara in legno bianco, sopra una rosa bianca e una rossa con i nomi della sedicenne e del padre Fabio Giacconi che lotta tra la vita e la morte. Dietro le parole immaginarie della figlia. Un dolore composto e silenzioso oggi pomeriggio in una gremitissima abbazia di Santa Mara in Castagnola, per l’ultimo saluto a Roberta Pierini (foto), 49 anni, uccisa ad Ancona dal fidanzato della figlia con tre colpi di pistola.

Lei, accusata di concorso nell’omicidio della madre e nel tentato omicidio del padre, avrebbe voluto partecipare al funerale ma poi, insieme ai difensori e a famigliari, ha deciso non fosse opportuno. «Ciao mamma – le parole di lei immaginate da una cugina del padre – non ti vedrò più ma da lassù mi guiderai, da lassù ti chiedo di pregare per babbo e per me, ha bisogno di noi e noi abbiamo bisogno di te. Ciao mamma». 

«Grazie Roberta – ha detto don Giuseppe Giacani durante la cerimonia celebrata con Don Isidoro Lucconi e al cappellano dell’Aeronautica militare don Giancarlo,- con la tua morte si è aperta in noi una riflessione sulla sacralità della vita e su un impegno maggiore nell’essere più attenti ai giovani che a volte non sanno o non riescono a vedere chiaramente ciò che è bene e ciò che è male». I ricordi delle colleghe e delle amiche hanno commosso tanti, anche i coetanei della sedicenne, presenti in massa all’addio.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Fano, anziano ciclista in gravi condizioni E' stato investito da un'auto sull'Adriatica Successivo Cellulari, maxi sequestro di prodotti contraffatti