Desi mobili, sit in in centro storico e incontro dei lavoratori con Buzzanca

desi mobili

IL BORGHIGIANO FABRIANO © Il Blog – CERRETO D’ESI OPERAI della Desi mobili in strada ieri mattina in centro storico, quindi l’incontro con il commissario prefettizio Angela Buzzanca. I lavoratori, con grande dignità, hanno esternato la loro forte preoccupazione per il rischio sempre più concreto di fallimento e definitiva chiusura dell’azienda. Poi assieme ai sindacati è stata la volta del faccia a faccia con il commissario che da diversi mesi sostituisce la figura del sindaco e che ha fornito la propria disponibilità a seguire da vicino la vicenda. Al momento, comunque, nessun tipo di svolta sulla vertenza che tiene in scacco il destino di 140 dipendenti dell’impresa in stato prefallimentare e ovviamente anche delle loro famiglie. L’attesa è per la possibile convocazione di un summit in Ministero per capire se i lavoratori in fermo produttivo da quattro settimane potranno avere il sussidio di cinque mesi di cassa integrazione prima di divenire a tutti gli effetti disoccupati aprendo la procedura di mobilità. Un ultimo paracadute, insomma, per tenere viva la speranza che qualche imprenditore sia realmente interessato ad acquisire l’azienda e magari accollarsi una parte del personale. In ogni caso resta quanto mai in bilico il futuro dei 70 dipendenti rimasti operativi con l’azienda cerretese prossima ad aprire la fase fallimentare, mentre altri 70 hanno deciso di entrare direttamente in mobilità nella speranza di ricevere al più presto i crediti arretrati. Per loro la formula della mobilità (quindi con stipendio in media all’80%) è di un anno per gli under 40′, uno e mezzo per chi ha tra 40 e 50 anni e due per gli over 50′. Intanto ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 gli operai continuano i presidi in fabbrica.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Sorpreso mentre cede una dose di eroina: spacciatore in manette Successivo ‘Mondogatto’, felini in passerella