Desi, senza stipendi, lavoratori in pressing

Desi-Mobili

IL BORGHIGIANO FABRIANO © IL BLOG – – CERRETO D’ESI –
CASSA integrazione per 5 mesi con avvio retroattivo dallo scorso 23 aprile. E’ la richiesta dei sindacati che l’altra mattina in assemblea a Cerreto d’Esi hanno incontrato i lavoratori della Desi mobili, ormai in fermo produttivo da oltre due mesi e da inizio anno senza stipendio. Dei 140 dipendenti oltre la metà ha firmato le dimissioni volontarie, mentre per chi ha deciso di restare in azienda ecco arrivare il sollecito dei sindacati per attivare il Ministero e i due curatori fallimentari Massimo Boria e Fabrizio Panzavuota affinché venga riaperto il paracadute degli ammortizzatori sociali.
Nessuna novità, invece, al momento sul fronte di eventuali proposte d’acquisto da parte di un’impresa di settore del Pesarese e per questo le parti sociali sperano di poter incontrare al più presto i curatori fallimentari.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente Fermo, pericolo sulla provinciale Grossa frana nel strada per Grottazzolina Successivo Rive Festival, Goran Bregovic sbarca a Civitanova