Diciottenne morto giocando a calcetto, in centinaia al funerale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pieve Torina (Macerata), 17 marzo 2015 – «Siamo sicuri che Andrea ci guardi dall’alto. Il suo futuro è nella beatitudine». Così l’arcivescovo Francesco Giovanni Brugnaro nell’omelia del funerale di Andrea Sepi, il 18enne di Pieve Torina stroncato venerdì scorso da un infarto durante una partita di calcetto in oratorio. In tanti, a partire dai compagni di classe dello sfortunato ragazzo, hanno partecipato all’ultimo saluto. In centinaia sono rimasti fuori dalla chiesa Santa Maria Assunta sotto la pioggia e hanno seguito la cerimonia grazie agli altoparlanti posti all’esterno. Durante la cerimonia una compagna di classe di Andrea ha accusato un malore ed è stata soccorsa dagli uomini della Croce Rossa di Camerino. Di fianco al feretro di Andrea, una maglia della Juventus, una pallina da tennis, un joystick, un libro di inglese e una calcolatrice, a simboleggiare le passioni del 18enne e il futuro da banchiere che sognava. Palloncini bianchi sono stati liberati in aria all’uscita del feretro dalla chiesa.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Choc in un'azienda. Operaio di 52 anni stroncato da malore Successivo Stadio Del Duca, chiusa la tribuna Est