Diecimila in piazza tra divertimento ed eccessi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano, 1 gennaio 2016 - Mentre gli organizzatori gongolano per il successo del Capodanno in piazza, parlando di diecimila presenze e dando già l’appuntamento per la festa dell’Epifania, il passaggio al nuovo anno è stato caratterizzato da alcuni episodi non gradevoli. Il primo: il black out dell’albero di Natale, che si è spento ieri pomeriggio intorno alle 16.20, con intervento dei vigili del fuoco per evitare che dal fumo si arrivasse ben presto al fuoco. Sul posto sono giunti anche i vigili urbani. Spente le luci, è intervenuto l’elettricista del Comune ed è stato tutto sistemato, ma la piazza è rimasta desolatamente al buio proprio il primo giorno dell’anno. Non esattamente un buon auspicio per il 2016. Sulle prime qualcuno aveva pensato che contro l’albero scultura di piazza XX settembre, già oggetto di polemiche tra detrattori e sostenitori, fosse stato messo in atto un vero e proprio sabotaggio, con taglio dei fili elettrici. Lo stesso sindaco Massimo Seri ha parlato di atto vandalico definendo i responsabili dei «cretini». Ma i vigili del fuoco hanno parlato piuttosto di un black out dovuto a un corto circuito. I balordi, dal loro punto di vista, non c’entrerebbero. C’entrano invece sicuramente con il secondo episodio, ben più preoccupante del primo: nella notte dei brindisi, il 118 ha lavorato infatti per portare in ospedale una serie di ubriachi a rischio coma etilico visto che non si reggevano in piedi né rispondevano alle sollecitazioni. E sul fronte dei danneggiamenti, a Lucrezia è andato in fiamme un cassonetto per dei petardi fatti esplodere all’interno.

TORNANDO alla serata festaiola, tutto si è svolto come da copione, con la gente iniziata a confluire in piazza XX settembre intorno alle 23 e rimasta lì a ballare e scambiarsi gli auguri fino a notte fonda. Sul palco Marco Zingaretti e Lara Gentilucci hanno introdotto gli ospiti dello show, dal travolgente Francesco Capodacqua, che ha conivolto il pubblico in divertenti duetti, fino alla ‘sanremese’ Valeria Romitelli e al rapper di Amici Kappa. Spazio anche alle risate, tra l’ironia made in Zelig di Morselli e la comicità irresistibile del San Costanzo Show, che hanno lasciato per un attimo le scene del teatro della Fortuna per unirsi al brindisi collettivo all’aperto. «Stiamo cercando di aumentare il livello della proposta artistica e quindi la qualità degli eventi proposti in città – ha detto il presidente della Proloco, organizzatrice dell’evento, Etienn Lucarelli – senza troppe economie a disposizione; per fare questo c’è bisogni di sinergie, collaborazioni anche con privati e soprattutto di una risposta positiva dei cittadini. Ecco perché la fiducia che ci han dato le presenze di questa serata di capodanno sono così importanti».

ARCHIVIATO San Silvestro, è già ora di darsi da fare per la Befana: «La mattina ci sarà la Vecchietta in aeroporto e la sua discesa direttamente dal cielo con il paracadute, mentre il pomeriggio una grande chiusura in piazza XX Settembre dove, oltre a tanti giochi e divertimento, porterà 1.200 calze per tutti i bambini presenti e un grande spettacolo di proiezione sul palazzo del podestà».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Capodanno di corsa, 200 corridori in piazza del Popolo Successivo Ascoli, bambino di sette anni investito da un'auto mentre attraversa