Dipendente esagera con i permessi: il sindaco gli taglia lo stipendio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fiordimonte (Macerata), 26 ottobre 2015 – Da gennaio a settembre ha cumulato 120 ore di assenza, beneficiando dei cosiddetti «permessi brevi», senza preoccuparsi di recuperarle. Così uno dei tre dipendenti del Comune di Fiordimonte troverà, domani, lo stipendio decurtato di ben 672,97 euro. Taglio identico sugli emolumenti di novembre. Ammonta infatti a 1.345,94 euro l’importo, sulla base del costo orario del trattamento economico in godimento, da restituire all’amministrazione per il lavoro non svolto.

Il recupero è stato rateizzato per non gravare su un’unica mensilità. Anche la tredicesima subirà un ridimensionamento. Una leggerezza? Mancata conoscenza delle disposizioni in materia di lavoro? Assenteista furbetto? Le uscite e i non rientri sarebbero tutti là, sui cartellini. Certo l’impiegato non poteva sperare nella connivenza o nella disattenzione di dirigenti o responsabili del servizio personale. Fiordimonte, poco più di 200 abitanti, non ha figure apicali.

La responsabilità dell’area contabile è stata assunta dal sindaco, Massimo Citracca, 48 anni, funzionario pubblico, per la facoltà che la legge concede nei piccoli Comuni. Al secondo mandato (rieletto l’anno scorso con un roboante 73%) è stato uno dei primi cittadini a rinunciare all’indennità. Così nella funzione di responsabile dell’ufficio non gli sono sfuggite le numerose assenze e, fatti i conteggi, è emerso un credito di 120 ore di lavoro a favore del Comune. Del resto nelle piccole realtà i controlli, anche dei cittadini, sono immanenti. Il sindaco, nella stessa veste di capoufficio, ha quindi emesso il provvedimento di decurtazione dello stipendio e di recupero delle somme.

«Il contratto nazionale – ha sottolineato Citracca – riguardante le assenze di lavoro definite «permessi brevi», specifica che tali assenze non possono essere di durata superiore alla metà dell’orario di lavoro giornaliero e che non possono superare le 36 annue. Il dipendente comunale è tenuto a recuperare le ore non lavorate entro il mese successivo».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ricattata a 9 anni dal 13enne conosciuto in chat: "Mandami le tue foto nuda". In palio un gioco di ruolo Successivo Oro e gioielli nel covo, è caccia al resto della banda