Dirigenti, conto da 573mila euro per il Comune

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 6 marzo 2015 – Un conto da 573mila euro. È quello che Palazzo Sforza si trova a pagare per i suoi dirigenti. Le cifre sono state pubblicate sul sito del Comune, in ossequio all’operazione trasparenza, e si riferiscono agli stipendi del 2014. Rispetto al 2013, quando il conto fu di 580mila euro e rotti, Palazzo Sforza ha risparmiato qualche migliaio di euro. Da segnalare che neanche nel 2014 i dirigenti hanno incassato il premio di produzione che, invece, ingrassa gli stipendi dei dirigenti nei vari enti pubblici.

Il taglio delle retribuzioni di risultato è stato concordato tra amministrazione e dipendenti alcuni anni fa: risale al 2011 l’ultima volta in cui i premi sono stati corrisposti. Sono nove i dirigenti per i quali Palazzo Sforza ha messo mano al portafogli, ma per due di loro il periodo di lavoro è stato limitato a un breve periodo: si tratta di Franco Capozucca, ex dirigente ai Lavori pubblici e oggi in pensione, e di Roberto Guarnieri, in servizio dal 10 marzo al primo luglio.

Ma veniamo alle cifre (lorde): l’assegno più pesante è quello incassato da Piergiuseppe Mariotti, il segretario generale. Lo stipendio annuale lordo del 2014 sfiora i 100mila euro: 97.870,15 euro. La cifra è la somma dello stipendio tabellare (45.293,56 euro), della retribuzione di posizione (42.670,91), di 9.539,70 euro sotto la voce “diritti di rogito’’ e di 365,98 euro di rimborso spese. Nella classifica degli stipendi segue Giacomo Saracco, dirigente di Servizi sociali e Polizia municiapale: il suo compenso ammonta a 82.980,56 euro lordi l’anno (44.712,98 di stipendio tabellare e 38.267,58 di retribuzione di posizione). A Maurizio Scarpecci, settore Urbanistica, sono andati 82.313,59 euro lordi: 43625,66 di stipendio tabellare, 34.955,96 di retribuzione di posizione e 3.731,97 per una progettazione.

Ammonta a poco più di 80mila euro lo stipendio di Marco Passarelli (Bilancio e Personale): per lui, oltre allo stipendio tabellare (43.625,66 euro) e alla retribuzione di posizione (36.613,99 euro), c’è un rimborso spese da 412,95 euro. Maria Palazzetti (Commercio e Cultura) si è fermata a 70.345 euro (44.588,96 più 25.757,03), Roberto Ripari (Servizi demografici) a 69.513,21 euro (45.043,96 più 24.469,25). Stefano Stefoni si occupa di Lavori pubblici: per lui lo stipendio è stato di 39.891,81 euro (21.826,62 più 17.765,19). Per Franco Capozucca si riferiscono al periodo fino al 9 marzo: 26.688,27 euro (7.520,64 di stipendio tabellare, 5.904,27 di retribuzione di posizione e 12.263,36 di incentivi per la progettazione). Infine Roberto Guarnieri, per il periodo dal 10 marzo al primo luglio, ha ottenuto 23.642,29 euro lordi, 932 dei quali come incentivi per la progettazione.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Neonato morto. "Diteci la verità" Successivo Appalto "pilotato" da 12,5 milioni. Indagato anche un funzionario Asur