DJ morto dopo i controlli al pronto soccorso: 6 medici indagati

FONTE IL RESTO DEL CARLINO

L’inchiesta della Procura

Sono due specialisti di Torrette e quattro dottori dell’ospedale di Senigallia

Ospedale di Torrette di Ancona

Ospedale di Torrette di Ancona

Senigallia (Ancona), 21 marzo 2013 – Sei medici indagati per la morte di Hernan Del Rio Vellutini, il 46enne dj di origini peruviane morto lunedì della scorsa settimana in ospedale. La Procura della Repubblica di Ancona intende fare luce su eventuali carenze negli accertamenti clinici e diagnostici eseguiti, quando il peruviano si presentò due notti prima al pronto soccorso lamentando un forte trauma cranico. A finire nel registro degli indagati sono quattro medici dell’ospedale cittadino e due neurochirurghi dell’ospedale di Torrette. Ai due specialisti i medici senigalliesi si erano infatti rivolti per un teleconsulto sugli esami diagnostici che avevano evidenziato un ematoma alla testa del dj. Vellutini venne dimesso la notte stessa, ma la domenica nella sua abitazione le condizioni si aggravarono ed a bordo di un’ambulanza venne di nuovo trasportato in ospedale. Qui constatato il critico quadro clinico, l’italo peruviano venne ricoverato in rianimazione dove il giorno successivo è morto. Oggi intanto alle 15 è fissata all’ospedale l’autopsia sul cadavere di Hernan Del Rio Vellutini. Spetterà al medico legale Tagliabracci eseguire l’esame autoptico verificare se le tragiche conseguenze del trauma cranico siano o meno legate ad una caduta accidentale o provocate da un pugno o da un colpo. Per la sua morte è indagato il 36enne peruviano E. T. C.G. residente in città che si difende sostenendo che Vellutini sarebbe caduto mentre stava cercando di sedare una lite tra lui ed un cubano davanti ad un locale.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Ripuliscono l'abitazione di gioielli e oggetti d'oro Successivo Psicolabile armato semina panico a Fano