Dolore e lacrime per l’addio a Fazzini, quintanaro di Porta Romana

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 15 giugno 2015 – Tanta gente nella chiesa del Ss. Crocifisso per l’addio a Roberto Fazzini, morto a soli 64 anni. Era noto figurante del sestiere di Porta Romana, soprannominato «Agonia». Per oltre trent’anni, infatti, fino agli inizi del Duemila, Fazzini ha sfilato con l’abito rossoazzurro, per poi decidere di non partecipare più alla Quintana, pur restando sempre impegnato nella vita di sestiere. Il funerale si è svolto contemporaneamente a quello di un altro quintanaro: Emilio Nardinocchi, console di Porta Solestà scomparso a 87 anni dopo una lunga malattia. Folla anche nella chiesa del Cuore Immacolato (guarda le foto)

Fazzini il capitano degli arcieri e ultimamente era ricoverato all’ospedale Mazzoni, in quanto aveva gravi problemi di salute. Ha lavorato per una vita alla Ceat, l’attuale Prysmian, e aveva la passione per il calcio, tanto che spesso arbitrava alcune partite nelle categorie dilettantistiche. Era anche volontario della Croce Rossa e lascia la moglie Giulia, il figlio Claudio e la figlia Chiara, ai quali ieri sono andate le condoglianze da parte di tutto il mondo quintanaro.

A marzo del 2014, la Quintana ha perso a 90 anni un altro dei suoi padri fondatoriUn uomo che aveva partecipato a tutte le edizioni della storica rievocazione: Alvaro Pespani, un personaggio amato davvero da tutti e non solamente dai sestieranti rossoverdi. 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Allarme rosso per il ponte della circonvallazione di Urbania: sta cedendo Successivo Ancona, i ladri buttano la cassaforte dalla finestra poi fuggono con il forziere