Donazioni sangue, all’Avis Fano il record regionale di generosità

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 12 marzo 2016 – “Non è mai tardi per fare un gesto importante”. E’ questo lo slogan dell’Avis Fano, l’associazione di volontariato che sensibilizza e promuove la donazione del sangue e degli emoderivati. Tanto più ora che il limite di età donazionale è stato elevato a 65 anni. “Nonostante la scienza e la ricerca facciano passi da gigante, ancora non è stato trovato un farmaco salvavita che sostituisca il sangue” ha ricordato ieri la presidente dell’Avis Fano, Giuliana Peroni, presentando alla città il ‘Bilancio Sociale 2015’ ovvero il documento annuale che descrive l’impegno e le attività promozionali svolte dal sodalizio.

“Il 2015 è stato un anno speciale – ha esordito snocciolando i numeri la Peroni – che è valso ai donatori avisini fanesi il riconoscimento di ‘record di generosità’ a livello regionale per le sue 4950 donazioni. Un ringraziamento va per primo a tutti i donatori. L’anno del 65° anniversario della nostra comunale Avis, nata da un gruppo di circa 20 persone e arrivata a contare oggi 2507 soci che hanno a cuore il valore della solidarietà, è stato l’anno del consolidamento. Tanti sono i progetti avviati in tutti gli ambiti: sport, scuola, associazioni, famiglie…”.

Un lavoro capillare che ha portato all’adesione di 280 nuovi soci donatori, la maggior parte dei quali under 30 sebbene il 70% dei quasi 5mila ha un’età superiore a quella soglia. “La più giovane donatrice che abbiamo ha compiuto 18 anni il 9 febbraio 2015 e il 1° aprile aveva già fatto la sua prima donazione” ha sottolineato Giuseppe Franchini, referente del progetto [email protected] che è a sua volta un esempio limite di donazione, lui che over 65 quest’anno è tornato alla donazione attiva grazia alla nuova legge che permette anche a quelli della sua età di donare su discrezionalità del medico del Centro Trasfusionale.

Collaborazioni con la Lilt e Telethon (nella vendita dei ‘Cuori di cioccolato’ è stato record di vendita italiano in piazza XX Settembre, comprese quelle di Milano e della capitale) e collaborazione all’organizzazione di quaranta eventi nei mesi estivi.

Così si è concretizzato l’impegno del direttivo e dei volontari del ‘Punto Avis’ (unico in Italia, è un servizio di accoglienza offerto solo a Fano e rivolto ai donatori o aspiranti tali che si recano al Centro Trasfusionale) presenti con i loro gonfiabili a tutte le iniziative fanesi… organizzando anche il 5° quadrangolare di Volley della Befana, la 24ore di Beach Volley e la partecipatissima corsa “Coloralavita” (circa 800 giovani hanno partecipato alla corsa colorata alla Zengarini) che quest’anno, purtroppo, sarà sostituita da un’altra iniziativa dal momento che senza pioggia è difficile rimuovere le polveri colorate dal circuito ciclistico Marconi e si creano difficoltà agli allenamenti dei ciclisti.  

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ascoli-Avellino 3-4, roba da non credere. Le foto Successivo Nicola Solustri, in migliaia al funerale del 15enne. Le foto