Precedente Quel ‘Garage Creativo’ che parte dalle primarie e arriva al city brand Successivo "Abiti per i poveri", ma poi li vendevano Finisce nei guai una coppia di napoletani