Dopo il rave la furia in stazione: cuoco fabrianese preso

carabinieri

IL BORGHIGIANO FABRIANO © IL BLOG – IL GIOVANE cuoco dà in escandescenza di buon mattino e sotto i fumi dell’alcol prima rompe un vetro negli uffici della stazione ferroviaria di Castelbellino poi ferisce un carabiniere. Quello del 23enne cuoco fabrianese S.L. arrestato dai carabinieri di Jesi potrebbe essere stato l’atto finale di una notte brava trascorsa, secondo la ricostruzione degli stessi inquirenti, a un rave party sempre in Vallesina nella zona di Poggio San Marcello. Così attorno alle 11 di ieri sono dovuti intervenire proprio i militari dell’Arma per cercare di riportare la calma in stazione dove il ragazzo stava con ogni probabilità attendendo il treno di ritorno verso Fabriano e di colpo avrebbe perso ogni freno inibitorio. All’improvviso il giovane che si trovava sul piazzale ha spaccato a mani nude il vetro della finestra dell’attiguo ufficio dopo aver aver avuto un colloquio animato con il capostazione. All’arrivo delle forze dell’ordine, non si è affatto calmato: si sarebbe scagliato contro un carabiniere ferendolo a un braccio. Entrambi sono stati portati all’ospedale, dove il militare è stato dimesso con pochi giorni di prognosi al pari del ragazzo che ha riportato escoriazioni a un braccio causate proprio dalla rottura della vetrata dell’ufficio. Il giovane è agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima. (FONTE IL RESTO DEL CARLINO)

Precedente Sant'Elpidio, Terrenzi rivendica i lavori "Stanziai io quei soldi per via Tevere" Successivo Gdf recupera 22 mln in 5 mesi