“Dragaggio del canale portuale: progetto entro l’anno, lavori nel 2015”

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Porto San Giorgio (Fermo), 29 ottobre 2014 – “La Regione segue con attenzione le questioni di sicurezze e agibilità delle strutture portuali marchigiane. Ne è una prova concreta il recente incontro con il sindaco di Porto San Giorgio, Nicola Loira, nel quale è stato confermato l’impegno a trovare una soluzione, condivisa e di lungo respiro, per lo scalo cittadino”. È quanto afferma l’assessore ai Porti, Paola Giorgi, che risponde alle sollecitazioni del presidente della Provincia di Fermo, Fabrizio Cesetti.

“L’incontro avuto è stato apprezzato dal sindaco proprio per la concretezza delle decisioni assunte – afferma l’assessore – Delineare un progetto pluriennale per il porto, da presentare entro dicembre e avviare nel 2015, mi sembra una conclusione estremamente positiva, che guarda alla risoluzione e non al tamponamento dei problemi. Per questo abbiamo anche valutato la possibilità di riutilizzare il materiale dragato per i ripascimenti delle aree in erosione costiera, dopo la necessaria procedura di Valutazione dell’impatto ambientale, segno della volontà di intervenire con un progetto a 360 gradi. È evidente, però, che la scarsità delle risorse disponibili è un problema di tutta l’amministrazione pubblica e penalizza anche l’attività regionale. In questi anni abbiamo garantito alla struttura portuale (che solo per il 15 per cento della concessione è pubblica) fondi per 500mila euro che hanno corrisposto alle esigenze manifestate. L’eliminazione degli insabbiamenti richiede, tuttavia, modifiche strutturali che vanno programmate nel Piano regolatore portuale. Con il sindaco è stato concordato un percorso più veloce che, nell’ambito delle disponibilità del bilancio regionale 2015, ci agevolerà negli interventi di dragaggio del porto”.



 

Precedente Allarme amianto alla Volplast Scatta l'ordinanza del sindaco Successivo Ragazzini spariti da casa, ritrovati dopo un giorno dai carabinieri