Droga per la movida: tre arresti in riviera

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 19 settembre 2015 – Smantellato dai carabinieri della compagnia di San Benedetto un minimarket della droga. Era gestito da tre giovani abruzzesi che sono stati arrestati. In manette una coppia di ventenni ed un loro ospite di 27 anni. Sono provenienti da tre comuni diversi del Teramano: Martinsicuro, Roseto e Morro D’Oro. In casa avevano una gamma di prodotti destinata al popolo della notte. I militari dell’arma hanno sequestrato: 5 grammi di oppio, 5 grammi di eroina, 80 grammi di olio di hashish, 10 grammi di ‘acido’ Dmt, unitamente a due bilancini di precisione e duemila euro in banconote di piccolo taglio, sospetto provento di spaccio. L’olio di hashish è una sostanza estratta, con l’impiego di solventi, dalla pianta della canapa indiana.

E’ un prodotto ad alto contenuto di Thc e si usa per via orale, fumato o vaporizzato. Altro discorso è invece il Dmt che è un allucinogeno molto simile all’Lsd, conosciuto anche come la droga dei presunti rapiti degli alieni, perché, almeno per 5 minuti, si ha l’impressione di essere trasportati su un altro pianeta, a causa della perdita completa di personalità. Prodotto, quindi, che viene spacciato nelle discoteche e non solo. Quello scoperto dai militari dell’arma, probabilmente, era un punto di vendita di droga al dettaglio per occasioni speciali. L’operazione è scattata nella tarda mattina di giovedì, quando due pattuglie del nucleo operativo radio mobile hanno fermato una coppia di giovani italiani, incensurati, entrambi ventenni che convivono in un appartamento sulla Riviera delle Palme. In macchina i carabinieri hanno trovato una piccola quantità di sostanza stupefacente che ha fatto scattare la perquisizione nel loro domicilio, dove gli investigatori hanno sorpreso un altro ragazzo, un 27enne, abruzzese, che ha cercato di opporsi all’attività del personale in divisa, tanto che dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale, mentre tutti e tre sono stati arrestati per detenzione, a fine di spaccio, di sostanze stupefacenti. I due ragazzi sono stati associati al carcere di Marino e la ragazza alla casa circondariale Castrogno di Teramo. A margine della notizia va aggiunto che nel tardo pomeriggio di giovedì, a San Benedetto, l’equipaggio del 118 ha salvato una ragazza che era finita in overdose da oppiacei.

 

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Varani resta in cella. Negati i domiciliari Successivo Meningite batterica, allarme vaccini: "Sono in calo"