Droni per i rilievi d’alto: gli studenti a lezione pratica di nuove tecnologie

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 29 gennaio 2016 – La scuola si apre al futuro e accompagna gli studenti alla scoperta delle nuove tecnologie. Succede all’istituto per geometri a Fermo, in una mattina piena di sole.

L’APPUNTAMENTO è alla pista di atletica, spazio sufficiente per procedere con le operazioni in tutti sicurezza. Operazioni di volo vere e proprie, legate alle acrobazie che i moderni droni sono in grado di compiere, per fotografare dall’alto terreni e situazioni altrimenti irraggiungibili dalle persone. Incantati e attenti gli studenti di terza, quarta e quinta, accompagnati dai docenti di topografia e dagli insegnanti della scuola, con la dirigente Cristina Corradini che sottolinea: ««La scuola si apre ad ogni aspetto pratico, la nostra scuola in particolare ha una vocazione in questo senso e ci sentiamo di ampliare ancora di più l’offerta formativa in questo senso. Si tratta di impegnare i ragazzi su aspetti concreti che saranno per loro fondamentali quando affronteranno la professione»».

LA SCUOLA sta organizzando anche un corso per acquisire il patentino di guida per i droni, in collaborazione con l’Enac, l’autorità che garantisce controlli e sicurezza dei voli, con l’aereoclub di Ancona e con il collegio dei geometri. Un corso dedicato agli studenti maggiorenni ma anche a chiunque voglia avvicinarsi a progetti di questo tipo. Costano circa 20 mila i sofisticati droni in grado di volare ovunque e di effettuare rilevazioni sui luoghi più impervi, per esempio sugli edifici terremotati o su zone di montagna. Ai ragazzi è stato spiegato ieri, con l’aiuto di un esperto, che il volo di un drone è legato a precise condizioni di sicurezza imposte sempre dall’Enac, con regole e prescrizioni sempre in evoluzione e continuamente da aggiornare.

ALLA FINE della mattinata il drone è stato fatto volare, per dare ai ragazzi la dimostrazione delle possibilità che quell’apparecchio possiede. Il presidente del collegio dei geometri, Tiziano Cataldi, parla di una occasione formativa importante, per una tecnologia che sostiene nella professione e che sempre di più avrà spazio, da qui al futuro.

a. m.

 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano- Successivo I vigili restano senza blocchetti per le multe