Due auto incendiate nella notte, famiglia perseguitata dai vandali


Inquietante episodio a Centinarola. Vittime i Ciancamerla, che nell’aprile 2012 hanno dovuto buttar via una vettura e ripararne tre: “Non capiamo perché se la prendano con noi, ora abbiamo paura”

di Tiziana Petrelli

E’ la seconda volta in un anno
Fano, auto incendiata dai vandali (Foto Petrelli)
FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Tiziana Petrelli –
Fano, auto incendiata dai vandali (Foto Petrelli)

Fano (Pesaro-Urbino), 8 aprile 2013 – Due auto in fiamme la notte scorsa a Centinarola di Fano. Verso l’una e mezza due persone con il volto coperto hanno versato della benzina e appiccato le fiamme a due Opel Corsa della famiglia Ciancamerla, residente in via Peschiera (guarda le foto). Le automobili erano parcheggiate sotto casa. Quando i vandali si sono avvicinati al cancello è subito scattato l’allarme ambientale esterno e si è azionata la telecamera di sorveglianza installati l’anno scorso, perché questa è la seconda volta che ai Ciancamerla capita una disavventura del genere: nel 2012, infatti, coincidenza sempre nel mese di aprile, avevano dovuto buttare via un’auto nuova e ripararne tre(due sono quelle incendiate nuovamente la notte scorsa) dopo che erano state date alle fiamme. Questa volta, sebbene si augurassero di non essere nuovamente vittime di vandali, i coniugi Ciancamerla erano preparati. Il marito infatti, affacciandosi subito dalla finestra e vedendo le fiamme, è sceso immediatamente in strada con un estintore e ha domato l’incendio, in attesa dell’intervento dei vigili del fuoco di Fano che, arrivati sul luogo, hanno subito riscontrato un forte odore di benzina.

“Non riusciamo a capire perché se la prendano con noi – ha detto la moglie – io e mio marito siamo persone normali. Non abbiamo mai ricevuto minacce né tentativi di estorsione. Facciamo persino fatica a mantenerle, queste macchine… ora abbiamo veramente paura”. Sul caso indagano i carabinieri di Fano.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Donna incinta e bimbo di quattro anni speronati da un'auto pirata in centro Successivo Telecamere: sicurezza in presa diretta