Due barche incagliate nel porto. Carloni: "Aspettiamo la tragedia?" / VIDEO

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 26 giugno 2015 – “Basta promesse elettorali. Adesso Ceriscioli consideri il dragaggio del porto di Fano come una emergenza. Il porto non si deve deve chiudere, ma dragare. Sarebbe come chiudere l’autostrada anziché chiudere le buche“. E’ stanco il consigliere regionale (Capogruppo di Area Popolare-Marche2020) Mirco Carloni di veder cadere nel vuoto gli appelli della marineria fanese. Solo l’altro giorno era uscito in mare con i pescatori per vedere da vicino cosa si prova a navigare tra i fanghi del porto. Gli è andata bene, perché a distanza di poche ore altre due vongolare, sono rimaste incagliate nella “secca”. 

“Stamattina è accaduto quello che purtroppo era prevedibile – denuncia ora Carloni -. Due barche sono rimaste bloccate nei fanghi del porto di Fano. Hanno danneggiato le imbarcazioni le due barche da pesca alla vongola ma soprattutto hanno rischiato di farsi male. Sono andato di persona a verificare la situazione uscendo in mare con le “vongolare” e la situazione è insostenibile”.

Carloni incalza: “La situazione per quello che vale il porto in termini di pesce e cantieristica è inaccettabile. Questa è una emergenza e chiedo pubblicamente a Luca Cerisicoli di intervenire subito con una soluzione definitiva di dragaggio del porto perché questa infrastruttura va messa in sicurezza come se fosse una autostrada. La gente si può fare male”.

E ancora: “In passato con un po’ di buon senso – insiste Carloni – si è riusciti a dragare rigettando i fanghi in mare è senza sprecare soldi pubblici per conferimenti strani in discarica, le soluzioni di piccolo respiro non bastano più. Adesso serve un impegno concreto che rivolgo alla giunta regionale perché è stata una mattina dove poteva succedere di tutto nel porto di Fano e non possiamo aspettare la tragedia, perché degli onesti lavoratori possano svolgere le loro attività di pesca”. 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Asse chiuso alle moto e agli scooter: ecco le strade alternative Successivo P.Picena, i macchinari prendono fuoco Incendio doloso in un'azienda