È festa anche nei luoghi della sofferenza. "Pronti a fare volontariato in Oncologia"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 24 dicembre 2014 – Un momento di festa anche in un luogo di sofferenza. Un piccolo buffet, qualche pacchetto, un pizzico di allegria anche al reparto di Oncologia del Murri, per iniziativa di alcune pazienti del reparto, insieme con il sindaco di Belmonte, Ivano Bascioni, un gruppo di persone che stanno dando vita ad un’associazione di volontariato che proprio al reparto si vuole dedicare. Racconta Alessandra Castagna: «Abbiamo pensato di chiamare la nostra associazione l’Araba fenice, per rinascere dalle ceneri di una sofferenza che abbiamo conosciuto bene sulla nostra pelle. Abbiamo sollecitato alla direzione e siamo stati ascoltati per sbloccare al più presto la questione degli arredi di questo reparto, servono le pompe per la chiemioterapia che oggi sono in difficoltà, un investimento che ci hanno assicurato di volere affrontare a breve.

Di più, c’è la prospettiva di vedere realizzato presto un nuovo reparto che possa essere davvero adeguato alle tante persone che per forza lo devono frequentare, ci hanno parlato di un investimento privato che potrebbe diventare realtà. Noi ci metteremo del nostro, daremo il nostro contributo in ogni modo, raccoglieremo risorse e le assegneremo a questo reparto perché ci siano sempre più possibilità per i pazienti e per gli operatori del reparto, tutti bravissimi e umani, a partire dal primario, Lucio Giustini». Attorno, i tanti che aspettano di fare terapie, visite, incontri con i medici, con gli psicologi per un supporto che in certe malattie è indispensabile ed è gestito da operatori preparati per il delicato compito di supportare gli stati d’animo dei malati.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - Esce dal coma il 25enne Giacomo Barocci Successivo Jesi, colpi di Natale: due bancomat assaltati nella notte, uno esplode, detriti contro le auto in sosta