È il 2 maggio, in un bar l’accordo "Tutto ok". E c’era anche Campitelli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 5 luglio 2015 – Quella che segue è la cronaca di una giornata particolare, in cui accade di tutto. Una giornata di calcio, ma non solo. Il 2 maggio scorso, si gioca la penultima gara del campionato di Lega Pro girone B. A Savona il Teramo, sconfiggendo i liguri per 2-0, conquista la sua prima storica promozione in serie B, grazie ai quattro punti di vantaggio sull’Ascoli. Prima e dopo la partita, però, accadono cose «strane», telefonate e incontri sospetti tra i dirigenti delle due squadre per combinare il risultato, almeno secondo la ricostruzione fatta dalla squadra Mobile di Catanzaro grazie alle numerose intercettazioni telefoniche. Secondo gli inquirenti la combine, pianificata nei giorni precedenti dal direttore sportivo de L’Aquila, Di Nicola, deus ex machina di tutta l’organizzazione e già coinvolto nell’inchiesta “Dirty Soccer”da cui è partito tutto, si è poi concretizzata a poche ore dalla partita, in un bar alle porte di Savona, vicino all’uscita della A-10 di Albisola. All’incontro avrebbero partecipato il presiedente del Teramo, Campitelli, il direttore sportivo del Teramo, Di Giuseppe, e i dirigenti del Savona. Di Nicola, il cui telefono è l’unico intercettato, fa da tramite per organizzare l’incontro. Ecco alcuni passi più importanti delle intercettazioni racchiuse in 59 pagine.

«Già nei giorni precedenti la partita – scrivono gli inquirenti – le parti sono d’accordo. I responsabili del Savona chiedono rassicurazioni sul fatto che i dirigenti del Teramo – con linguaggio criptico definiti imprenditori – si sarebbero presentati all’incontro con il denaro necessario a comprare la partita.

BARGHIGIANI (Ds Savona): Dicevo, siccome eventualmente…a quei due imprenditori lì che porti e compagnia bella digli che portino eventualmente anche le credenziali, nel senso di far vedere l’agenda com’è fatta e tutti i documenti.

DI NICOLA: sì, sì, tutti i documenti, io, io l’unica cosa che i documenti alle 07.00 vanno bene…e…poi due più tardi dobbiamo aspettare un attimo.

B: va bè, quello…

DN: però ti garantisco io, stai tranquillo.

«La sera prima della gara, i dirigenti del Teramo sono in viaggio verso Savona».

Di NICOLA: Dove stai?

DI GIUSEPPE: a Bologna

DN: Ma da solo?

DG: no no, sono col presidente e due dirigenti.

DN: puoi parlare?

DG: sì sì.

Si parla dell’incontro che avrebbe dovuto avere luogo l’indomani.

DN: siamo a posto…poi la, poi domani mattina…ti chiamo ti faccio sapere dove…

DG: perfetto…

DN: comunque intorno alle 10

DG: ma non è che ci stanno problemi ad incontrarci?

DN: no no assolutamente….

DG: ah

DN: tutto preparato.

DG: perfetto dai.

La mattina seguente, nei pressi dell’uscita autostradale prestabilita, le parti si accordano per incontarsi al Bar Ambra.

DG: noi stiamo qua e che macchina c’hanno loro?

DN: l’Audi scura

DG: ah quella la, e noi mandagli un messaggio che noi stiamo con la Maserati.

DN: la Maserati, va bene ok.

DOPO L’INCONTRO, il ds del Savona Barghigiani riferisce a Di Nicola che la trattativa era andata buon fine ma avrebbe preferito prima il denaro o comunque una garanzia.

BARGHIGIANI: no ti dicevo….va beh tutto a posto però, per l’amor di Dio sei tu che garantisci la persona, però capisci bene che quando uno fa una cessione di quote un premiliminare uno per lo meno dice: “ao mettimi per lo meno una forma di garanzia che me la prendi la società”.

DN: se la cosa è stata fatta ti garantisco io, non si muovono! ce li andiamo a prendere a casa, su questo devi stare tranquillo! io voglio capire se poi alla fine l’incontro è andato.

B: sì sì sì è tutto a…è andato a buon fine! si si no, sono persone serie per l’amor di Dio capito?

Poi, la richiesta di conferma anche dall’altra parte, con il ds del Teramo, Di Giuseppe.

DN: vi siete visti dico?

DG: si lui ehm…

DN: no, l’unica problematica è quella che sai tu e gli ho detto: stai sereno…dormi con sette cuscini.

DG: …va bene dai

DN: hai capito?

DG: sì, sì ma noi ehm…quello che si sono dette…

DN: e lo so ma infatti gli ho detto…stai serano…va bene? ci aggiorniamo dopo.

DG: a posto.

«Tutta l’organizzazione della presunta combine – si legge nelle carte – ha dato l’esito sperato: la vittoria del Teramo. Di Nicola, appagato per quanto riuscito ad organizzare, esterna la propria soddisfazione al dirigente e al presidente del Teramo Campitelli, mentre questi in auto sta facendo ritorno in Abruzzo».

DN: se chiamo il presidente per fagli i complimenti mi risponde?

DG: come non ti risponde…ora te lo passo io…tranquillo sta qui con me…ora te lo passo.

La conversazione ora è tra Di Nicola e Campitelli.

DN: volevo farti i complimenti per questa storica promozione presidente…

C: ti ringrazio di cuore ed eri l’unico che mi dicesti in tempi non sospetti vincerete voi….

DN: lo sai presidè… quanto ti voglio bene… a distanza di anni non dimentico…

C:…ci vediamo domani a Roseto e ci prendiamo un caffè.

DN: vi vengo a salutare…salutami tutti in macchina, ok?

C: ti saluto tutti e da teramano, come sei tu, grazie di cuore…grazie…

DN: presidè lo sai…

C: grazie di cuore….

DN: ok

C. grazie Ercole, ciao.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Non mandateli in Serie B Successivo Porto San Giorgio, incidente con il gommone muore turista di Terni, salvo l'amico umbro