E la qualità del lavoro?

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 11 ottobre 2015 – Stamattina l’Anmli renderà noto l’annuale triste report degli infortuni sul lavoro ed appena qualche giorno fa Giusy Montanini, sindacalista della Cgil, ha richiamato l’attenzione sui tanti tipi di sfruttamento, specie a discapito delle donne, che ancora si verificano nelle nostre fabbriche.

Negli ultimi tempi abbiamo tutti mantenuto l’attenzione soltanto sugli effetti nefasti della crisi russa e poche volte abbiamo guardato un po’ più a fondo nel nostro tessuto ecomomico. La crisi di alcune aziende è stata catalogata quasi come necessaria, per via della nuova dimensione globalizzata dei mercati, e gli stessi dati annuali dell’Anmil venivano considerati quasi inevitabili.

Poi, invece, specie da un anno a questa parte, la cadenza delle aziende con l’acqua alla gola, bisognose della cassa integrazione, è aumentata considerevolmente. E a rendere più fitta la preoccupazione ci si sono messe alcune emergenze nel settore agroalimentare.

Così qualcuno ha alzato il coperchio e ha scoperto che nel pentolone del distretto fermano ancora ribollono vecchi vizi e cattive abitudini. Oltre a quella della produzione, andrebbe difesa anche la qualità del lavoro.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Il vero omaggio ai piloti morti Successivo Morrovalle, cade un cavo dell'Enel Cane folgorato in una battuta di caccia