E’ morto Joe Cocker, la voce graffiante del grande rock: aveva 70 anni

il Borghigiano Fabriano

tmp_2961-ratiocrop-11733563698

E’ morto Joe Cocker, la voce graffiante del grande rock: aveva 70 anni

di KATIA RICCARDI Fonte la Repubblica. It

ore 22.11 del 22 dicembre 2014

LONDRA – Joe Cocker è morto all’età di settant’anni, era malato da tempo di carcinoma polmonare. Una vita sul palco, scandita dalle mani che solo lui ha mosso così, con le dita aperte, a segnare il tempo, i gomiti stretti al fianco, il mento proteso verso l’alto. Si è spento nel suo ranch a Crawford, in Colorado. A dare l’annuncio è stato il sito internet della Bbc avvertito dal suo agente, Barrie Marshall, al suo fianco da trent’anni: “Era semplicemente unico, sarà impossibile riempire il vuoto che lascia nei nostri cuori”. Tra i primi a commentare la sua scomparsa Eric Clapton e Zucchero

 

Cocker era nato a Sheffield, in Inghilterra, come John Robert Cocker il 20 maggio 1944 e lì aveva cominciato la sua carriera mentre imparava il mestiere di idraulico. Presto, come accadeva più frequentemente allora, iniziò a 15 anni con il nome di Vance Arnold, divenne un membro degli Avengers poi dei Big Blues nel 1963 e infine della Grease Band, tre anni dopo nel 1966. Cocker amava il blues e il soul ma quelli erano anni d’oro nel Regno Unito. La musica esplodeva con suoni nuovi, i Beatles erano ovunque e cambiavano la percezione dei suoni. Il primo singolo con cui si fece notare fu proprio una cover dei Fab Four, ‘I’ll Cry Instead’, dall’album ‘A Hard Day’s Night’. Ma fu la sua apparzione a Woodstock a consacrarlo. Joe Cocker uscì all’inizio, cantò il terzo pezzo del concerto cominciato alle 17.07 di venerdì15 agosto 1969. Uscì davanti alla folla di ragazzi e cantò ‘With a Little Help from My Friends’ 

Precedente In causa per un gesso troppo stretto Dopo 8 anni e 21 udienze ancora un rinvio Successivo Le "Vie dei Presepi" illuminano Urbino