E sulle magliette spunta la scritta ‘Pocce’, “un logo tutt’altro che volgare”

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Macerata, 17 settembre 2014 – In questo tempo di crisi nel quale molte aziende sono costrette a chiudere c’è chi parte dal basso con un’idea bizzarra. ‘Pocce’ è il dissacrante brand che da qualche tempo appare sulle magliette dei giovani marchigiani. Il brand è stato inventato per gioco dalla giovane designer maceratese Maddalena Ferretti.

Secondo l’ideatrice, “Pocce è tutt’altro che un’idea volgare o maschilista , ne è prova il gran numero di foto e contenuti presenti su social network come Instagram e Facebook oltre al grande seguito tra le ragazze della regione, orgogliose della marchigianità del termine rappresentata al meglio da questo brand, un elogio alla morbidezza e alle curve”.

Oltre al divertimento e alla moda, però, si cerca anche a riflettere: parte del ricavato ottenuto dalla vendita delle ‘tit-shirt’ Pocce viene infatti donato all’associazione per la ricerca del tumore al seno.

Finora è stato possibile acquistare le t-shirt Pocce esclusivamente tramite il sito web www.pocce.it, ma ben presto i possessori delle shirt si sono affezionati a questo brand e grazie al rapido ed efficace passaparola, siamo arrivati al primo vero e proprio ‘Pocce raduno!’.

La festa si svolgerà venerdì 19 settembre al locale Drunk In Public di Trodica alle 19, che per l’occasione creerà un aperitivo tematicom speciale dedicato a ‘Pocce’. La musica sarà quella di dj NooZ, che tornerà a suonare per la prima volta nelle Marche dopo anni di assenza, oltre alla presenza di Vhomas Tee, storico dj maceratese e alla special guest dj Duscio del duo di elettronica berlinese Rubber Dust.



Precedente Armato machete, ho Bibbia nella testa Successivo Ancona, molestie sulla bimba: tema in classe mette nei guai il patrigno