Eataly, lo sbarco nell’ex Provincia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 6 gennaio 2016 - E se Ancona entrasse nell’olimpo del food con il più grande colosso di generi alimentari di qualità? Buone possibilità potrebbero esserci. Eataly, la grande catena mondiale di ‘alti cibi’ potrebbe essere interessata all’ex Palazzo di vetro della Provincia.

La voce circola ormai da un paio di mesi, da quando il sindaco Mancinelli in occasione della cena tematica organizzata dal Rotary Ancona, disse, senza svelare chi e dove, che una «grande catena di alimentari» era interessata ad approdare nel capoluogo. Da lì le indiscrezioni si sono sprecate fino a quando la notizia non è scemata.

Adesso però che emergono nuovi passi avanti nella vendita dell’immobile da parte della Provincia, il nome torna a essere fatto con insistenza. Percorrendo tutti i passaggi, il palazzo della Provincia, come l’edificio dell’ex liceo Savoia e anche gli appartamenti di via Menicucci non sono stati inseriti nel piano delle alienazioni dell’ente. Ma, con molte probabilità lo saranno entro breve tempo al punto da essere inserito nel bilancio previsionale 2016.

Nel frattempo però proprio la Provincia, attraverso il suo segretario generale Pasquale Bitonto ha attivato con la presidenza del Consiglio dei Ministri (l’ufficio di partenariato pubblico-privato) una procedura per verificare la possibilità che le strutture dell’Ente possano essere oggetto di project financing. Principalmente perché l’Ente ha bisogno di liberarsi di questi immobili, secondariamente perché il Comune spinge affinché queste strutture non rimangano delle cattedrali nel deserto. Un discorso che vale soprattutto per il Palazzo di vetro che è stato bonificato.

L’interesse di Eataly potrebbe essere più che concreto visto che la struttura di corso Stamira è molto simile alle altre in cui il colosso del food ha fissato le sue sedi. All’interno dei 10mila metri quadrati più 350 metri quadrati di parcheggio ci sarebbe spazio per Eataly. La presidente della Provincia Liana Serrani conferma che «stiamo lavorando» ma non si sa ancora in quale direzione, e anche il sindaco Mancinelli ha in più occasioni confermato che questo potrebbe essere l’affare del 2016. Ancona incrocia le dita.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Tipicità apre le porte alla Russia. "Paese chiave per il Fermano" Successivo Buona Epifania a tutta la città di Fabriano e a tutti i visitatori del Blog