Elezioni regionali, cinque i candidati per la presidenza

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 2 maggio 2015 – Una corsa a cinque per la presidenza della Regione Marche e si disputerà il 31 maggio. Dopo la presentazione delle liste, terminate ieri sera alle 20, si sono concluse a mezzogiorno le operazioni per il deposito di simboli e candidati. Il centrosinistra presenta per il ruolo di governatore regionale l’ex sindaco di Pesaro ed esponente del Partito democratico, Luca Ceriscioli, che conta sul sostegno di Uniti per le Marche – coalizione che unisce Verdi, Riformisti e Scelta Civica – e Popolari per l’Italia. Sarà Gian Mario Spacca, governatore uscente di una giunta ‘rossa’, il candidato del centrodestra.

Un cambiamento che è stato, finora, il sale polemico della prima parte della campagna elettorale. L’alleanza che lo sostiene conta su Alleanza Popolare, formata da Marche 2020, il partito fondato da Spacca e dall’attuale presidente del consiglio regionale, Vittoriano Solazzi, anche lui ex Pd, Ndc e Udc, con qualche distinguo; anche in Forza Italia, l’appoggio a Spacca non è passato indolore. Il Movimento 5 stelle si presenta in autonomia: il candidato alla presidenza regionale è Gianni Maggi, che, come tutti coloro che si sono nelle liste circoscrizionali, si è guadagnato il ruolo grazie alle indicazioni della rete. A destra c’è anche l’inedita alleanza tra Fratelli d’Italia e Lega Nord, che sostengono Francesco Acquaroli, indicato dal partito della Meloni. A sinistra, invece, Edoardo Mentrasti è il candidato presidente della lista Altre Marche-Sinistra Unite, che mette insieme Sel, Partito comunista italiano, Rifondazione comunista, Altra Europa con Tsipras ed altre liste civiche.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Un anno fa l'alluvione di Senigallia Successivo Rally, un’auto piomba sugli spettatori: due feriti