Emergenza A14 e Quadrilatero

      Edizione di ANCONA (ven, 21 giu 2013)
Emergenza A14 e Quadrilatero
Non possiamo che esprimere una grande preoccupazione da parte elle imprese che lavoravano con la ditta appaltatrice del cantiere per la costruzione della terza corsia nel tratto Senigallia-Ancona Nord. Confartigianato è preoccupata per i crediti vantati nei confronti della ditta esecutrice dei lavori e per i dipendenti dei terzisti, ma anche per il rischio di una «incompiuta» che lascia l’A14 a due corsie ristrette, con continui cambi di corsia, quindi con grandi pericoli per quanti si trovano a transitare in questo tratto.
Confartigianato sollecita l’apertura della complanare, dal nuovo casello alla strada della Marina, più volte preannunciata e sempre rimandata che potrebbe agevolare il traffico cittadino di Senigallia sopratutto con l’approssimarsi della stagione estiva.
Infine la situazione si aggrava con il blocco del cantiere della Quadrilatero. Ferme le imprese dell’indotto ed i propri dipendenti e gravi rischi sui crediti vantati.
Confartigianato invita la Regione affinché vengano garantiti, i crediti vantati dalle aziende dell’indotto, i lavori su entrambe le infrastrutture proseguano e l’occupazione sia salvaguardata.
Samuele Renzi
presidente Confartigianato Trasporti
………………………………………………………………………
La situazione è sicuramente difficile. Anche nella realizzazione di quelle opere che sembravano fuori da «rischi» le difficoltà economiche hanno colpito. L’arrivo il 6 luglio del ministro delle Infrastrutture Lupi potrà essere un’occasione per porre l’accento sulle difficoltà che si stanno vivendo anche in questo territorio.
Precedente Auto a zig zag, poi si schianta: una donna morta e una ferita Successivo Best: contratti part time per evitare altri licenziamenti