Emergenza maltempo, sulla costa lavori per 12 milioni di euro

IL BORGHIGIANO FABRIANO –

Danni maltempo

L’assessore alla Difesa della costa Paola Giorgi ha fatto il punto della situazione e delle misure adottate dalla Regione per la difesa della costa, dopo le mareggiate e i danni dei giorni scorsi. «Una strategia di difesa costiera, una programmazione reale quella che mette in campo la Regione – spiega – che si scontra con i mali dei tempi, assolutamente da superare, con un conto salato di mancata pianificazione urbanistica e sfruttamento economico del territorio senza attenzione alle conseguenze. Ma soprattutto che si scontra con una latitanza dello Stato sia in termini di programmazione che di risorse finanziarie. Un mese fa sono state convocate al ministero dell’Ambiente le Regioni costiere per iniziare un percorso che porti alla realizzazione di un piano nazionale di gestione costiera. Tradotto: lo Stato si accorge solo ora che l’Italia è una penisola». Sono in corso, ricorda Giorgi, «interventi strutturali di difesa del litorale marchigiano per circa 12 milioni di euro (Gabicce, Fano, Falconara, Porto Recanati, Potenza Picena), la definizione e approvazione in soli 10 mesi della Variante al Piano della Costa con l’individuazione di interventi idonei a fronteggiare i fenomeni erosivi a carattere di estrema urgenza dislocati in sette punti del litorale marchigiano, (Fano, Montemarciano, Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche e Fermo) oltre l’avvio dell’iter tecnico-amministrativo per due ulteriori interventi (Grottammare e Porto Sant’ Elpidio) con caratteristiche differenziate rispetto ai precedenti contenuti nella variante». E ancora, «un accordo con Rfi Rete Ferroviaria Italiana (approvato oggi) per l’integrazione e al mantenimento delle opere destinate alla difesa costiera funzionali anche alla protezione della linea ferroviaria adriatica che saranno realizzate con la compartecipazione economica di Rfi».

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO

Precedente Amianto ad Apecchio, mister Galvanina intercettato: "Quel carabiniere non è duttile" Successivo Ancona, la banda del piccone al nono colpo: ma l'assalto alle Poste della Baraccola fallisce