Eroina nascosta nel contatore della luce: arrestati due giovani

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Carlino borghigiano

Porto Recanati, 29 novembre 2014 – Eroina nascosta nel contatore dell’Enel. L’hanno scovata i carabinieri di Porto Recanati, che hanno arrestato due pachistani, A.R. di 23 anni e A.M. di 28. I carabinieri della stazione di Porto Recanati continuano nel contrasto dei reati, in particolare quelli concernenti lo spaccio ed il traffico degli stupefacenti. Nella tarda serata di ieri, nell’effettuare il controllo di due cittadini pakistani che passeggiavano in centro, i militari hanno notato un certo nervosismo, per cui li hanno sottoposti a perquisizione rinvenendo in loro possesso grammi 35 di sostanza da taglio.

A questo punto si è proceduto alla perquisizione dell’abitazione dove i due vivono, senza però rinvenire nulla di interessante. L’attenzione di uno dei carabinieri è stata attirata dal rinvenimento di una chiave che nulla aveva a che fare con l’abitazione stessa. Una minuziosa ricerca permetteva accertare che la stessa apriva lo sportello del contatore Enel dello stabile a loro disposizione e, nel suo interno, era custodito un piccolo tesoro con diverse alcune decine di dosi di eroina per un totale di grammi 21 di eroina nonché attrezzatura per il confezionamento.



 

Precedente Si svegliano coi ladri in camera: minacciati con un coltello Successivo Lo studente pusher nasconde la droga nella scuola media: denunciato