Esanatoglia, spettacolo sul Monte Gemmo, al via il Trofeo Tre Pizzi di parapendio

Parapendio

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Da oggi (giovedì 10) a domenica 13 settembre i cieli dell’entroterra maceratese a confine con l’Umbria si colorano di vele, per la seconda edizione del trofeo internazionale di Parapendio, che quest’anno ha raggiunto un record di iscritti con 106 partecipanti, fra cui 5 donne, provenienti da 17 paesi e diversi continenti come Europa (per la gran parte), ma anche Asia e Oceania, in particolare da Giappone e Nuova Zelanda. Organizzato dall’Aeroclub Lega Piloti in collaborazione con l’Asd Volo Libero Monte Gemmo e riservato ai piloti di categoria FAI2, il trofeo ha avuto un grande richiamo anche sotto l’aspetto turistico. Con circa 300 persone coinvolte fra piloti, familiari e personale al seguito, le strutture turistiche del territorio hanno fatto il pieno già da qualche giorno ed i molti partecipanti hanno avuto modo di scoprire i luoghi ed i sapori della zona, in quanto con le giornate di volo avranno meno tempo e poi rientreranno a casa da lunedì. Ogni giorno a partire da giovedì, con lanci dal Monte Gemmo e successivamente dal Monte San Vicino, entrambi sui circa 1200 metri di altezza, i piloti si lanceranno lungo i percorsi tracciati dagli tecnici, che quest’anno potrebbero arrivare fino ad una distanza di 80 km con le condizioni termiche ideali. Interessate le Vallate del Potenza e dell’Esino, fino a quella del Chienti con probabile puntata sui Sibillini. Un grande spettacolo si colori ed emozioni per le città comprese fra le provincie di Macerata Ancona e Perugia, che saranno sorvolate anche a bassa quota. Quartier generale dell’evento alle porte di Esanatoglia. Ce lo riferisce Angelo Ubaldi dal Messaggero Online

Precedente Ancona, sospesi i lavori in A14 dopo la tragica morte dell'operaio 34enne Successivo Montemaggiore, allarme incuria: "Ridotto così il Metauro fa paura"