Esanatoglia – Sputa a un arbitro di 19 anni Indignazione e denunce

arbitro

IL BORGHIGIANO FABRIANO © Il Blog -“Non sono più disposto a tollerare e minimizzare la benchè minima violenza nei confronti dei miei arbitri”. Sono parole di Riccardo Piccioni, presidente della sezione arbitri di Jesi, che ha deciso di mettere mano alla penna per scrivere una “lettera aperta ad un violento” dopo l’episodio verificatosi nei giorni scorsi durante il match di Coppa Italia tra l’Esanatoglia e l’Agugliano Polverigi. Durante quella partita un calciatore ha sputato in faccia al giovane direttore di gara. “Quanto è facile prendersela con un ragazzo di 19 anni! Tanto più se il ragazzo, giovanissimo, è un arbitro che sta solo in mezzo al campo e tu ti fai forte perché dietro a te ce ne stanno altri 17, più dirigenti, tifosi ecc. – scrive Piccioni – Ieri sera quando S. mi ha chiamato dopo la gara Esanatoglia-Agugliano Polverigi (Coppa Marche seconda categoria), io ho sofferto con lui. Vi assicuro che non è facile riprendersi dopo aver subito una violenza fisica e psicologica così elevata. Ma S. nonostante la giovane età è un ragazzo forte. A differenza tua! Ma ora mi chiedo: come è possibile tenere in squadra personaggi così pericolosi e violenti? Spero almeno che il soggetto in questione sia messo fuori rosa immediatamente. Ma pagare il conto sportivo ora non basta più. Ora, espletate tutte le richieste di autorizzazione federali che in questi casi non sono mai mancate, si metterà in moto la giustizia ordinaria, perché quelli come te devono pagare fino in fondo”.

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO 

Precedente Porsche tampona e provoca 5 feriti Caccia al pirata della strada sull'A14 Successivo Dolci dopo il Tiggi, il fanese Augusto tradito dalla crema chiboust