Esce di strada e muore ex titolare di autolinee

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 2 dicembre 2014 – Incidente mortale l’altra sera alle 19 in via Marrone, lungo la strada che da Montecchio sale a Tavullia. Giuliano Alunni, 75 anni, ex titolare delle autolineee omonime di Mondaino, ha perso la vita dopo esser uscito di strada con la sua Fiat Brava all’altezza di un laghetto. Ancora da accertare come sia potuto accadere il tragico incidente.

Da quanto si è appreso, il conducente stava viaggiando verso Montecchio quando ha perso il controllo della vettura finendo nel fossato laterale. Soccorso dai primi automobilisti che lo seguivano, è stato poi portato al pronto soccorso a Pesaro e ricoverato in rianimazione in condizioni disperate. Dopo circa 15 ore di speranze, ieri alle 16.30 il cuore dell’uomo ha cessato di battere. Non si esclude che l’incidente possa esser stato determinato da un malore del conducente perché in quel tratto di strada (pur essendo un tracciato altamente sconnesso) non ci sono particolari difficoltà o curve a gomito. Eppure l’auto è andata dritta provocando un gravissimo trauma cranico all’uomo oltre che varie ferite nel corpo. Ma le sue condizioni non sono sembrate subito drammatiche. Sono andate peggiorando col passare dei minuti fino alla morte sopraggiunta ieri. Sul posto, per i rilievi di legge, sono andati i vigili urbani di Pian del Bruscolo che hanno provveduto ad eseguire i rilievi di legge per stabilire come sia potuta accadere la tragedia.

In quella strada, gli incidenti più o meno gravi sono purtroppo una consuetudine proprio perché il fondo altamente sconnesso della strada rende la guida particolarmene pericolosa. Non si può certo dire che Alunni non conoscesse quella strada perché era solito passarci anche per lavoro. La polizia municipale, dopo aver raccolto le testimonianze degli automobilisti che si trovavano a transitare su quelle strada al momento dell’incidente, cercherà di dare una spiegazione alla tragedia.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente FABRIANO - Casoli "Confindustria, sistema sorpassato" Successivo Martedì nero per lo chalet Medusa Multato otto volte per 5 mila euro