Esplosione di musica e colori in centro per Vita Vita

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova, 7 settembre 2014 – Gli scongiuri contro la pioggia e le nuvole sono arrivati a destinazione e Vita Vita ieri è partita sotto i buoni auspici meteo che hanno favorito l’afflusso di folla che anche quest’anno, l’undicesimo, ha premiato la rassegna di arte vivente ideata da Sergio Carlacchiani e organizzata dal Comune e dall’Azienda Teatri di Civitanova. Il direttore artistico, con i motori di Vita Vita a rollare intorno alle 20 in attesa di scaldarsi per il clou della serata ieri ha percorso in lungo e largo sulla bicicletta il centro della città osservando che le postazioni degli spettacoli fossero messe a punto e gli artisti non avessero di che lamentarsi.

“Quest’anno – ha detto – abbiamo portato eccellenze artistiche incredibili. Vorrei che, come le precedenti, anche in questa edizione prevalga lo spirito di unire piuttosto che di separare e di coniugare la qualità dell’ospitalità con quella artistica”. Alle 20 di ieri già tantissima gente in giro pronta per la movida di una serata in cui musica, teatro e spettacolo sono andati avanti fino a ben oltre la mezzanotte. Ogni angolo del centro e tutte le strade principali attrezzate per rispondere al meglio alla kermesse con una miriade di postazioni gastronomiche, tavoli all’aperto ovunque e qualcuno ne ha approfittato per allestire una postazione abusiva a ridosso di corso Umberto come ha fatto un venditore di salsicce che si è portato da casa tavolino e barbecue e ha fatto, pur senza autorizzazione, il suo incasso.

Per la prima parte della serata le attrazioni principali i trampolieri e i giocolieri, le band di strada e un palco allestito sul piazzale della stazione ferroviaria dove con la musica di Laura Pausini in sottofondo si potevano esibire ragazzine sue fans, non sempre intonate. L’inaugurazione di Vita Vita e’ avvenuta, come da tradizione, alle 11 del mattino in piazza XX Settembre. Poi l’esibizione di tanti artisti: Marco Poeta, Beatrice Bellabarba, gli Union Jacks, La Grande Tribù, il Coro polifonico Jubilate, i Sons From The Wood, gli Slot Machine, la Mercedes Band, il World Jazz Trio, gli Out Of The Blues, i Turkish Cafè, gli Errabundi Musici, Federico Paolinelli, la Junior Band, i Bud Schiantos and Andy Hill, i Vizi e Virtù, i sul Comò. Due i riconoscimenti speciali ad alcuni protagonisti.

Il “Premio Vita Vita alla carriera” per Irio De Paula noto in tutto il mondo come “il Maestro” del genere brasiliano. Il “Premio Vita Vita giovane talento”, invece per Mattia Cigalini, saxofonista, compositore, classe 1989, per la critica europea specializzata uno dei più grandi talenti della nuova generazione di musicisti.



Precedente Regata del Conero: trionfa Woodpecker di Alberto Rossi Successivo La normalità che fa scalpore