Fabriano – Ex Antonio Merloni, la cassazione salva la Jp

jp industries

FABRIANO- SI DIRADANO le nuvole che minacciavano la Jp Industries, che potrà ora riprendere la produzione. La corte di Cassazione ieri ha infatti dato ragione alla nuova proprietà, capovolgendo non senza sorprese, l’esito dei processi di primo grado e di appello che erano state invece favorevoli alle banche creditrici della ex Antonio Merloni. Gli istituti di credito avevano presentato ricorso in quanto non ritenevano congrua la vendita alla Jp dell’imprenditore marchigiano Giovanni Porcarelli, riconosciuto ora titolare a tutti gli effetti dopo l’acquisto della ex Ardo a fine dicembre 2011. Si aprono prospettive concrete per i 700 dipendenti. La notizia accolta con grande soddisfazione in città ed in tutta la regione. «E’ ancora troppo presto – dice l’avvocato Leone Latini, uno dei legali di Porcarelli – ma è chiaro che siamo rallegrati, anche se Porcarelli mi ha invitato espressamente a non rilasciare dichiarazioni». «Grazie a questa sentenza potrà ripartire – ci auguriamo al più presto – il programma di investimenti da parte di JP Industries, e favorire così la ripresa produttiva negli stabilimenti dell’area, e sviluppare nuova occupazione« e’ il commento del presidente della RegioneMarche, Luca Ceriscioli». «UNA SENTENZA che aspettavamo tutti – dichiara il sindaco, Giancarlo Sagramola – ed auspichiamo ora che con le banche si poca avviare un percorso industriale ed occupazionale». «Finalmente – commenta l’assessore comunale al lavoro, Leonando Meloni – all’orizzonte si inizia a delineare qualcosa di ben definito, ponendo fine così al grande clima di incertezza che ha regnato in questi anni e che ha pesato come una spada di Damocle sulla testa dei lavoratori». «La sentenza della Cassazione offre un’opportunità di sviluppo e consente di guardare con più fiducia al futuro. Ora è necessario portare avanti un serio piano industriale di rilancio di una delle realtà produttive ed occupazionali più importanti delle Marche» dichiara il capogruppo regionale di Area Popolare, Mirco Carloni. «Con il verdetto favorevole alla JP Industries – osserva Fabrizio Bassotti, della Fiom di Ancona – ci sono adesso le condizioni per la ripartenza dell’attivita’ industriale e soprattutto il rilancio dell’azienda per la piena occupazione». «La sentenza ha dato ragione al reale stato dell’accordo che anche i sindacati avevano firmato al Ministero – spiega Vincenzo Gentilucci della Uilm – mettendo fine ad accanimenti. Ora ci sono le basi per la ripresa della occupazione in un territorio come quello fabrianese che da tempo sta perdendo pezzi». Notizia riferita dal Resto del Carlino di Fabriano

Precedente Macerata, la band fermana Hiroshi trionfa all'Homeless Rock Fest Successivo Asse Nord-Sud, rampa chiusa 10 giorni per lavori