Expo, i volti e le idee dell’Italia che non si ferma

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Tolentino (Macerata), 18 ottobre 2014 – Sorseggiare “Adele” e “Ulisse” della cantina “Le Colline”, seduti sulla coloratissima Cromo, o pregustare il giorno del sì indossando il macramè ricamato tra i capelli by “Carla”, o imparare l’arte del mastro cartaio a Palazzo Parisani-Bezzi, mentre passa una delegazione coreana, si può. E l’ingresso per lo spettacoloExpo (foto) è gratuito.

Dopo la partenza col botto di giovedì, con la miss Andreatti e i fuochi d’artificio, e l’incontro-degustazione di ieri sera, alla presenza del colonnello dei Nas di Roma Giovanni Capasso, restano due giorni per ammirare la vetrina espositiva che ospita quasi cento aziende del territorio. Un viaggio che nobilita l’uomo, basato sul lavoro, che va dall’enogastronomia all’arredamento, dal pellettiero all’edilizia, dallo sport al benessere, con le Terme Santa Lucia. I big si ergono nello storico palazzo Parisani-Bezzi.

Ad accogliere i visitatori, l’immagine in bianco e nero delle “gabrielline”, donne da sposare negli anni ’60 perché avevano un lavoro stabile alla Nazareno Gabrielli. Dalla Black Eagle della Nuova Simonelli, sormontata dall’aquila nera della Victoria Arduino, si arriva all’Arena, che presenta l’ultima creazione Power Skin: costumi con fibra di carbonio incorporata che hanno fatto sfrecciare sull’acqua Katinka Hosszù, oro mondiale. Dall’avanguardia alla tradizione con il mastro cartaio di Fabriano Federico Salvatori, che svela la sua arte.

La stessa che un tempo fu ammirata da Michelangelo e oggi da Sgarbi, che si è fatto stampare una tshirt con il famigerato “capra capra capra” tramite lo stemma caprino fabrianese.

In piazza Mauruzi brilla la “Divina”, borsa in pelle targata Cromia. Manici corti e tinte accese, come l’arancione e il verde, saranno il must dell’inverno. Il colore domina ovunque, con gli armadi su misura di Tuttarredo presentati da Mattia Scattolini e la poltrona-arcobaleno Flirt del designer Paolo Isabettini.

Dal debutto di due anni fa, all’Expo 2012, festeggia un nuovo traguardo con il video mapping che proietta migliaia di combinazioni su una poltrona bianca. Si brinda con Speranza e Felicita Conti, due sorelle che hanno raccolto l’eredità degli antenati viticoltori dando vita alla cantina “Le Colline” con vini di qualità dedicati ai bisnonni, Adele e Ulisse. Che accompagnano la buona cucina, come il risotto alla pilota della premiata Riserva Campanini che arriva dal mantovano per farsi conoscere o la saporita crescia di Villa Ugolini di Cingoli. Fino alla miriade di peperoncini dell’azienda agricola Ortoflor di Treia, capitanati dal più hot, la “Carolina Reaper” Finendo nella magia dei fiori d’arancio, con “Carla factory store” che con i suoi accessori fa sognare anche Russia e Giappone.



 

Precedente Falconara, l'ex assessore Stefano Agostinelli stroncato da infarto a 59 anni Successivo Partenza col botto per la Lube: battuta Verona 3-1