FABRIANO – AL LICEO CLASSICO STELLUTI, LA CONSEGNA DEI DIPLOMI DELL’ESAME DI STATO

jstelluti

Fabriano – Giovedì 22 dicembre alle ore 17.30 alla consegna del diploma di Esame di Stato agli studenti del Liceo Classico “F. Stelluti” diplomatisi nell’a.s. 2015/2016.

La cerimonia sarà preceduta dalla Lectio Magistralis di Cristiano Palego, Ph. D, già studente del Liceo Classico “F. Stelluti” e attualmente Senior Lecturer presso la School of Electronic Engineering, della Bangor University, Bangor, Gwynedd, UK, dal titolo

Api bioniche, cellule telecomandate e altri grandi sogni

Ispirati dalla tecnologia dell’infinitamente piccolo

 

Api bioniche, cellule telecomandate e altri grandi sogni ispirati dalla tecnologia dell’infinitamente piccolo.

La convergenza e l’integrazione di tecnologie un tempo distanti come la microelettronica, la microfluidica e la nanofotonica presenta opportunità interessanti per settori che vanno dalla medicina personalizzata all’Internet delle Cose passando per le energie rinnovabili. Il Dr. Palego presenterà alcune delle tendenze e possibilità di sviluppo visibili dal punto di osservazione di un ricercatore del Medical Microwave Systems Group della Bangor University (UK) che è anche un alumnus, e a ben vedere un figliuol prodigo, del nostro liceo. L’introduzione a tecnologie quali i “laboratorii su un chip” e la radiotelemetria sostenibile delle api da miele illustrerà le fomidabili opportunità che si dischiudono a chi ora intraprenda una carriera tecnico-scientifica con la sensibilita per cogliere la loro rilevanza globale.

Profilo biografico: Cristiano Palego (PhD) ha conseguito la maturità al Liceo Classico F. Stelluti di Fabriano nel 1996 e si è laureato in Ingegneria Elettronica all’Univesrità delgi Studi di Perugia nel 2003. Nel 2006 ha ottenuto il dottorato in “Tecnologia delle microonde e optoelettronica” all’Università di Limoges, (Francia) dove ha sviluppato filtri miniaturizzati per sistemii di telecomunicazione intelligenti che sono ormai parte integrante di ogni dispositivo elettronico portabile. Una volta trasferitosi come ricercatore alla Lehigh University (USA), ha svolto tests sullo spettrografo a infrarossi del James Webb Space Telescope con cui la NASA rimpiazzerà Hubble. Sempre negli Stati Uniti, ha disegnato sfasatori per sistemi di telerilevamento e difesa aerea ancora per la NASA e l’Airforce Research Lab. Ora alla Bangor University come professore associato in una delle Schools of Electronic Engineering nella top 10 del Regno Unito, si occupa di microsistemi ad onde millimetriche per biosensori e nuovi approcci terapeutici, di dispositivi wireless energicamente autonomi e di sistemi radar per il monitoraggio di animali in presenza di fattori inquinanti.

COMUNICATO STAMPA

Precedente Furti a raffica a Fabriano e Sassoferrato, individuata l'auto dei banditi Successivo PARCO DI FRASASSI: OSCAR DELL’ECOTURISMO