FABRIANO AZIENDA AGRICOLA “IL MAGGIO” RADICI NEL CIELO: LA RIVOLUZIONE DEI PICCOLI

Il Maggio

Fabriano – Il bellissimo racconto tratto dal sito Terra Nuova dell’Azienda agricola fabrianese IL MAGGIO –

RADICI NEL CIELO: LA RIVOLUZIONE DEI PICCOLI

Prosegue il racconto di Andrea Pierdicca e Valentina Gasperini del loro viaggio alla riscoperta delle voci dei contadini, raccolte e “raccontate” tra web, video e teatro. Incontriamo Giovanni Cofani dell’azienda Il Maggio, a Marischio, piccola frazione di Fabriano (AN), è il 9 ottobre. Il cielo è plumbeo, l’aria calda e la pressione bassa, e ci sentiamo tutti un po’ compattati in un’atmosfera ovattata. Giovanni ci conduce a passeggio per i suoi terreni, che con la compagna Stefania Giuliani, hanno messo a produzione di ortaggi biologici. Non hanno il bollino, perciò tecnicamente non possiamo attestarli bio…però possiamo dire 100% agricoltura organica, come scrive Giovanni nella sua lavagnetta.

Giovanni, che ha una trentina d’anni e parecchi li ha passati nel settore agricolo, racconta della sua infanzia nell’azienda del nonno, dove ha visto realizzarsi nel concreto un tipo di agricolura familiare sostenibile economicamente. “Fino ai primi anni del 2000 questa era un’unica azienda condotta da tre fratelli, di cui uno era mio nonno. Partirono come mezzadri, quando la riscattarono dopo la Grande Guerra.Quando sono nato io l’azienda aveva le vacche da latte e ogni giorno lo consegnavamo porta a porta. Mi ricordo che io andavo con mia zia con “l’apetto”, ogni giorno lasciavamo la bottiglia piena e prendevamo quella vuota”.

“Era un’azienda bellissima perché era un cerchio che si chiudeva: facevamo i cereali per la farina e il pane, mia zia lo faceva ogni due giorni, avevamo gli CONTINUA A LEGGERE IL BELLISSIMO ARTICOLO CLICCA QUI

Notizia riferita da Andrea Pierdicca e Valentina Gasperini sul sito Terra Nuova

Precedente Marche, meteo da brividi: temperature sotto zero, incubo ghiaccio in strada Successivo Senigallia, costretta a prendere le ferie per curare il tumore al seno