Fabriano – Bando per la selezione dei volontari del Servizio Civile Regionale

serviziocivile

L.R. 15/2005 – D.G.R. 500/14 – D.G.R. 522/14 – D.G.R. 754/14

Bando straordinario per la selezione dei volontari da avviare al servizio nei progetti di Servizio Civile Regionale su Garanzia Giovani – anno 2016

1. Generalità

È indetto un bando per la selezione di n. 279 volontari, da avviare al servizio nel periodo marzo 2016 – marzo 2017 nei progetti di servizio civile regionale per l’attuazione del programma europeo “Garanzia Giovani” di cui all’Allegato 1,approvati dalla Regione Marche (di seguito: Regione) ai sensi dell’articolo 6, comma 2, della Legge Regionale 23 febbraio2005, n. 15, con decreto del Dirigente n. 10|OSV/2014 e utilmente collocati in graduatoria.Il “codice progetto” e la distribuzione del numero di volontari da avviare al servizio per ogni progetto approvato è indicata nell’Allegato 2.L’impiego dei volontari nei progetti decorre dalla data che verrà confermata dalla SRSC agli enti – tenendo conto,compatibilmente con la data di arrivo delle graduatorie e con l’entità delle richieste, delle date proposte dagli enti – secondo le procedure e le modalità indicate al successivo capitolo 6, a seguito dell’esame della graduatoria.La durata del servizio è di dodici mesi.Ai volontari in servizio civile spetta un assegno mensile lordo di 433,80 euro, pagabile su un conto corrente nominativo ordinario. I pagamenti sono effettuati a partire dalla conclusione del terzo mese di servizio.

2. Progetti e posti disponibili

Le informazioni concernenti i progetti approvati, le relative sedi di attuazione, i posti disponibili, le attività nelle quali i

volontari saranno impiegati, i servizi offerti dagli enti, le condizioni di espletamento del servizio, nonché gli aspetti

organizzativi e gestionali, sono pubblicati sulla HOME PAGE dei siti internet degli enti titolari del progetto. Le predette

informazioni potranno anche essere richieste direttamente agli enti che realizzano il progetto.

3. Requisiti e condizioni di ammissione

Possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano

compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

– essere regolarmente residenti in Italia;

– essere giovani NEET (Not in Education, Employment or Training) non occupati o inoccupati, non inseriti in un

percorso di istruzione o formazione, non iscritti ad un regolare corso di studi o di formazione che hanno aderito a

Garanzia Giovani (Fase 0 – D.G.R. 754/2014) e sottoscritto il ‘Patto di Attivazione – Servizio Civile1’ con uno soggetti

attuatori GG;

– non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non

colposo, ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente

detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti

riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e, ad

eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda coloro:

– che hanno già prestato servizio civile regionale (L.R. 15/2005);

– che hanno già usufruito delle misure legate a Garanzia Giovani2.

Non è possibile presentare domanda presso un ente in cui si è già prestato servizio civile nazionale o si siano avuti nell’anno

precedente rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita.

4. Presentazione delle domande

La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto,

deve pervenire allo stesso entro le ore 14.00 del 14 dicembre 2015. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non

saranno prese in considerazione. La tempestività delle domande è accertata dall’ente che realizza il progetto mediante

apposizione sulle stesse del timbro recante la data di acquisizione.

La domanda deve essere:

– redatta in carta semplice (è opportuna la compilazione in word o in altro programma di scrittura), secondo il modello

riportato nell’allegato 3 al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso.

Copia del modello può essere scaricata dal sito internet www.serviziocivile.marche.it nonché nei siti internet degli enti

proponenti i progetti.

– firmata per esteso dal richiedente, con firma da apporre necessariamente in forma autografa, accompagnata da fotocopia di

valido documento di identità personale, per la quale non è richiesta autenticazione;

– corredata dalla scheda di cui all’Allegato 4, scaricabile dai siti web (è opportuna la compilazione in word o in altro

programma di scrittura), contenente i dati relativi ai titoli posseduti.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile regionale, da scegliere tra i

progetti inseriti nel presente bando.

La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nel bando.

5. Valutazione di idoneità al progetto

La selezione dei candidati è effettuata, ai sensi dell’art. 7, comma 5, della Legge Regionale 23 febbraio 2005, n. 15, dall’ente

che realizza il progetto prescelto al fine di verificare l’idoneità e la compatibilità degli stessi allo svolgimento delle attività

previste dal progetto. .

L’ente cui è rivolta la domanda verifica in capo a ciascun candidato la sussistenza dei requisiti previsti dall’art. 3 del presente

bando, nonché l’adesione al Programma Garanzia Giovani nella Regione Marche, in relazione a quanto dichiarato nella

domanda di ammissione redatta nella forma di autocertificazione, provvede ad escludere i richiedenti che non siano in

possesso anche di uno solo di tali requisiti e carica sulla piattaforma http://scr-gg.regione.marche.it l’elenco dei candidati.

L’ente dovrà inoltre verificare che:

– la domanda di partecipazione sia necessariamente sottoscritta in forma autografa dall’interessato e sia presentata entro i

termini prescritti dal paragrafo 4 del presente bando;

– alla stessa sia allegata fotocopia di un documento di identità in corso di validità.

La mancata sottoscrizione della domanda è causa di esclusione dalla selezione, analogamente al mancato invio della

fotocopia del documento di identità; è invece sanabile la presentazione di una fotocopia di un documento di identità.

Delle eventuali cause di esclusione è data comunicazione all’interessato.

La selezione è effettuata dall’ente al quale sono state inviate le domande. L’ente dovrà stabilire e rendere noti ai candidati,

mediante pubblicazione sul proprio sito web o comunque con altre idonee modalità, le date, i criteri di selezione e la

sede di svolgimento della selezione.

Il candidato che, pur avendo presentato la domanda, non si presenta nei giorni stabiliti senza giustificato motivo è escluso

dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.

L’ente, terminate le procedure selettive, compila le graduatorie relative alle singole sedi di progetto, in ordine di punteggio

decrescente attribuito ai candidati, evidenziando quelli utilmente selezionati nell’ambito dei posti disponibili. Nella

graduatoria sono inseriti anche i candidati risultati idonei e non selezionati per mancanza di posti.

L’ente, previa validazione da parte della SRSC, assicura alla graduatoria adeguata pubblicità.

6. Criteri di accertamento dell’idoneità

L’ente che realizza il progetto effettua l’accertamento dell’idoneità dei candidati mediante un esame comparativo dei

curricula sulla base delle dichiarazioni contenute nell’allegato 4 e mediante colloquio volto ad accertare le competenze

richieste e la compatibilità dei candidati con il contesto operativo dove si svolge il progetto e/o l’idoneità degli stessi ad

operare con la tipologia di utenza alla quale il progetto si rivolge.

Il punteggio, ai fini della valutazione globale, è espresso in 80/80 e viene così suddiviso:

– fino ad un massimo di 30 punti per la valutazione del curriculum vitae (allegato 4) di ciascun candidato, finalizzata a

stabilirne la coerenza con i contenuti delle attività specifiche, da attribuire nel modo seguente:

  •  titolo di studio attinenti al progetto fino a 10 punti,
  • precedenti esperienze fino ad un massimo di 20 punti ;
  • fino a 40 punti per la valutazione del colloquio da attribuire prendendo a riferimento i seguenti criteri:
  • conoscenza del progetto,
  • preparazione in relazione agli ambiti e alle attività del progetto,
  • pertinenza, correttezza e completezza della trattazione,
  • capacità espositiva, sintesi, chiarezza, proprietà di linguaggio,
  • capacità di collegamento fra argomenti ed il contesto operativo.

– fino a 10 punti per il profilo di svantaggio assegnato da “Garanzia Giovani”, da attribuire nel seguente modo:

  • profilo quattro (alto): 10 punti;
  • profilo tre (medio alto): 7 punti;
  • profilo due (medio basso): 4 punti;
  • profilo uno (basso): 1 punto.

L’ente, terminata la fase dei colloqui, redige la graduatoria. Nella graduatoria finale sono inseriti tutti i volontari risultati

idonei selezionati e idonei non selezionati per mancanza di posti. A parità di punteggio è preferito il candidato più giovane di

età in relazione a quanto previsto dal comma 7, articolo 3, della legge n. 191/98. Le graduatorie dovranno riportare per

ciascun aspirante volontario: cognome, nome, data di nascita e punteggio conseguito.

Quanti non hanno sostenuto il colloquio o sono stati esclusi per altri motivi vanno inseriti in un elenco a parte con la specifica

del motivo dell’esclusione. L’ente deve comunicare tempestivamente agli interessati il mancato inserimento nelle graduatorie.

La graduatoria è compilata per ogni sede in cui si articola il progetto in ordine decrescente rispetto ai punteggi attribuiti.

L’ente deve pubblicare sul proprio sito internet e presso le sedi dove sono state effettuate le selezioni o comunque con altre

idonee modalità le graduatorie.

I candidati esclusi in quanto ritenuti non idonei, ovvero risultati idonei ma non collocati utilmente in graduatoria dovranno

essere tempestivamente informati dall’ente e potranno rivolgersi nuovamente al Servizio Competente ai fini

dell’individuazione di un’altra misura prevista da “Garanzia Giovani”.

L’ente trasmette infine alla SRSC i nominativi dei giovani risultati idonei selezionati, nonché gli idonei non utilmente

collocati in graduatoria e quelli ritenuti non idonei per i successivi adempimenti di competenza.

7. Avvio al servizio

L’ente deve trasmettere le graduatorie, compilando l’apposito format sulla http://scr-gg.regione.marche.it e inviando la

richiesta di avvio tramite PEC all’indirizzo email: regione.marche.integrazionesociosanitaria@emarche.it.

Unitamente alla graduatoria, l’ente provvede a caricare nell’anagrafica volontario ‘idoneo selezionato’, copia del documento

di identità.

Gli originali della predetta documentazione sono conservati presso l’ente per tre anni dalla chiusura del Programma GG per

ogni necessità della Regione Marche e della SRSC.

Per i candidati idonei non selezionati per mancanza di posti, tale documentazione dovrà essere trasmessa esclusivamente in

caso di eventuale subentro.

La documentazione indicata (graduatorie e documentazione individuale) deve pervenir, attraverso la piattaforma, alla SRSC

almeno 15 giorni prima della partenza prevista (con riferimento al seguente calendario), a pena di non attivazione del

progetto.

Il calendario delle partenze dei volontari, con il corrispettivo limite di invio di graduatorie e documentazione, è il seguente:

Partenza Invio documentazione entro

1 marzo 2016 15 febbraio 2016

1 aprile 2016 15 febbraio 2016

La SRSC, sulla base delle graduatorie formulate dagli enti, provvede a generare sulla piattaforma, il contratto di servizio

civile, nel quale sono indicati la sede di assegnazione, la data di inizio e fine servizio, le condizioni economiche previdenziali

ed assicurative e gli obblighi di servizio.

Entro il primo mese di servizio civile, l’ente carica sulla piattaforma la scansione (in formato pdf) della pagina del contratto

sottoscritto dal volontario e ne conserva l’originale in sede.

8. Obblighi di servizio

I volontari si impegnano ad espletare il servizio per tutta la sua durata, a svolgere tutte le attività previste dal progetto

prescelto e ad adeguarsi alle disposizioni in materia di servizio civile dettate dalla normativa primaria e secondaria, a quanto

indicato nel contratto di servizio civile e alle prescrizioni impartite dall’ente d’impiego in ordine all’organizzazione del

servizio e alle particolari condizioni di espletamento.

I volontari sono tenuti al rispetto dell’orario di servizio nonché al rispetto delle condizioni riguardanti gli eventuali obblighi

di pernottamento, o di altra natura, connessi al progetto medesimo e non possono interrompere il servizio prima del

completamento del terzo mese di svolgimento dello stesso, ovvero per partecipare a Bandi per la selezione di volontari del

servizio civile nazionale che dovessero essere pubblicati durante il periodo di realizzazione del progetto di “Garanzia

Giovani”.

L’interruzione del servizio senza giustificato motivo, prima della scadenza prevista, comporta la decadenza dai benefici

eventualmente previsti dallo specifico progetto e il mancato rilascio dell’attestato di svolgimento del servizio.

9. Certificazioni e riconoscimenti

Al termine dei dodici mesi di servizio svolto, verrà rilasciato dalla SRSC un attestato di espletamento del servizio civile

regionale, redatto sulla base dei dati forniti dall’ente.

Qualora il servizio effettivo sia pari o superiore ai tre mesi, quale misura di attuazione di “Garanzia Giovani”, la SRSC

rilascerà una certificazione riportante le “capacità e le competenze” sviluppate durante lo svolgimento della formazione

generale così come prevista dalle linee guida approvate con decreto del Dirigente n. 8|OSV/2014.

Le “capacità e le competenze” sviluppate saranno validate purché risulti dal “Registro formativo” la partecipazione ad almeno

il 30% delle ore formative previste dal programma.

Non sarà rilasciata alcuna certificazione ai volontari il cui servizio effettivo sia inferiore a tre mesi.

10. Trattamento dei dati personali

Ai sensi dell’art. 13, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 i dati forniti dai partecipanti sono acquisiti

dall’ente che cura la procedura selettiva per le attività medesime e, successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto

di servizio civile, saranno trattati per le finalità connesse alla gestione del rapporto stesso ed alla realizzazione del progetto.

I dati medesimi saranno trattati dalla SRSC per le finalità connesse e/o strumentali alla gestione del servizio civile.

Il trattamento dei dati avverrà con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per perseguire

le predette finalità.

Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla selezione

DOCUMENTAZIONE

 NOTA BENE: LA DATA DELLA SELEZIONE VERRA’ COMUNICATA SUCCESSIVAMENTE NEL SITO ISTITUZIONALE PIAZZALTA.IT 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Ambito Territoriale Sociale n°10

Piazzale 26 settembre 1997 – Fabriano

Tel.0732709333/307  – e.mail: ambito10@comune.fabriano.an.it

(PIAZZALTA)

Precedente Ritrovato morto anziano disperso Successivo Bimbo in pericolo di vita trasportato con un aereo militare