Fabriano – Bracconieri, centinaia di colpi a specie protette

guardia forestale

– FABRIANO – TRE CACCIATORI di Gualdo Tadino denunciati per attività di bracconaggio effettuata tra le colline del Fabrianese. Centinaia di colpi sarebbero stati esplosi per centrare i volatili nella zona del valico di Monte Maggio di Fabriano secondo la ricostruzione della Forestale di Sassoferrato e Gualdo Tadino al termine di un’azione investigativa che viene ripetuta spesso da parte degli inquirenti in particolare proprio per tutelare le specie protette ed evitare che vengano abbattute. Sono stati gli operatori della Forestale a sorprendere i cacciatori al confine tra i territori di Marche e Umbria dopo aver abbattuto sette piccoli uccelli di una specie protetta. A quel punto sono scattate le perquisizioni domiciliari. I tre sono stati denunciati per abbattimento di specie protette e omessa denuncia di munizioni. Notizia riferita dal Resto del Carlino

Precedente Atterraggio d'emergenza all'aeroporto Sanzio, muore un passeggero Successivo Oggetti sacri spariti dalle chiese: donna denunciata