Fabriano – Cacciatore ferito alla schiena dall’amico

cacciatori

Fabriano- Parte un colpo durante la battuta, in ospedale 56enne di Monsano: è grave. GRAVE incidente di caccia ieri pomeriggio nella zona di Grotte a metà tra Fabriano e Serra San Quirico. Un cacciatore 56enne di Monsano, è stato centrato nel fondoschiena dal colpo partito da un 58enne compagno di squadra all’interno del gruppo che era intento a sparare alla selvaggina in una zona da sempre molto frequentata dalle ‘doppiette’ durante la stagione venatoria. Tutto si è svolto in pochi secondi con il colpo di fucile indirizzato a un animale che invece è andato a centrare il cacciatore sùbito accasciatosi a terra fortemente dolorante. L’amico ha immediatamente prestato i primi soccorsi assieme agli altri colleghi e nello stesso tempo è stato richiesto l’intervento dei medici del 118. Una volta sul posto, i sanitari si sono ben presto resi conti della gravità delle condizioni dell’uomo che è stato trasferito in eliambulanza all’ospedale regionale di Torrette. Lì si è deciso di sottoporlo a un intervento chirurgico di assoluta urgenza per rimuovere la pallottola entrata in un punto piuttosto critico del corpo. Una volta terminato l‘intervento, i medici si sono riservati la prognosi, in quanto le condizioni del paziente sono considerate ancora particolarmente critiche in attesa del decorso post operatorio, da sempre una delle fasi più temute. Ecco perché i medici al momento ancora non si sbilanciano e confermano la consistente gravità del quadro clinico, attendendo le evoluzioni delle prossime ore, in coda alle quali si potrà saperne di più. Sul posto dell’incidente si sono presentati anche i carabinieri della stazione di Serra San Quirico agli ordini del comando di Fabriano. I militari dell’Arma hanno cercato di ricostruire l’accaduto per capire quali possano essere le cause che hanno portato al drammatico evento consumatosi in un tratto di aperta campagna. Praticamente certa la natura del tutto accidentale dell‘accaduto all‘interno di una squadra di cacciatori che da tempo si ritrova per queste battute in particolare proprio nella zona dell’entroterra tra la Vallesina e il Fabrianese. Notizia riferita da Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ancona, una donna investita da uno scooter finisce all'ospedale Successivo Montefortino, il muratore di Dio In 300 all'Eremo per padre Pietro