Fabriano – Cinghiali, nuova «visita» nella sede di Whirlpool

cinghiali

– FABRIANO – I CINGHIALI tornano a farsi vedere alla sede centrale di Whirlpool-Indesit, stavolta non più nel prato devastato la scorsa settimana, ma nel parcheggio vicinissimo all’entrata degli stessi uffici dove sono in sosta le auto di dipendenti e ospiti. E’ successo giovedì sera quando attorno alle 17 alcuni impiegati si sono accorti della nuova visita. «Stavolta – afferma l’ex sindaco e dipendente Whirlpool Roberto Sorci – il blitz è stato duplice. Prima si è presentato a perlustrare la zona il capobranco, ovvero un cinghiale di proporzioni impressionanti che penso possa sfiorare i 200 chili di peso. Poco dopo sono arrivati anche gli altri ungulati che sono andati a rovistare nel parcheggio senza arrivare al prato, forse perché sapevano che dopo la loro azione di una settimana prima non si erano ancora ricreati erbe e piccoli animali di cui si nutrono. Qualche altra persona li ha avvistati poco prima nella zona dell’ospedale e da lì si sarebbero incamminati seguendo il fiume Giano verso via Aldo Moro per poi, appunto, arrivare alla nostra sede vicino alla stazione». Chissà che questo ulteriore blitz degli animali selvatici non acceleri le procedure della Whirlpool per installare le reti elettrificate, ovvero le recinzioni trappola destinate proprio a far allontanare i cinghiali e tutelare i lavoratori. Intanto in Comune continua il monitoraggio e già prima della fine del mese il sindaco Sagramola potrebbe chiudere le strade in quella zona per consentire una battuta di caccia urbana vicino alla stazione, come già avvenuto una settimana fa in via Bovio dove sono stati uccisi 14 ungulati. Notizia riferita dal Resto del Carlino

Precedente Acqualagna, frode fiscale sui tartufi Sequestrati 2 milioni di beni, 4 denunce Successivo Ancona sparatoria, Antonio: "La pistola l'ho comprata da un albanese: 450 euro"