FABRIANO CITTA’ PROGETTO – INTERPELLANZA SULLA LIMITAZIONE DEI RUMORI PRODOTTI DA VEICOLI A MOTORE

Rumori

Fabriano – Riceviamo e pubblichiamo – Interpellanza dei Consiglieri Comunali Urbani Urbano, Leli Giovanna, Silvi Danilo di Città Progetto, nella quale chiedono All’ Amministrazione Comunale di intervenire affinché si provveda ad un doveroso controllo da parte di chi è preposto al rispetto della legge durante le 24 ore in applicazione del succitato articolo 155 del Codice della Strada. In quanto numerosissimi cittadini ci segnalano, specie nelle ore notturne ed in aree residenziali dove la legge prevede una particolare tutela dai rumori molesti, il transito di veicoli a forte velocità; detti veicoli, in particolare motocicli di grossa e piccola cilindrata, Vespe ed Ape della ditta Piaggio, et cetera, circolano rumorosamente senza i dispositivi silenziatori prescritti dalla legge; alcune automobili circolano con particolari impianti stereofonici di riproduzione sonora a fortissimo volume. L’articolo n. 155 del Decreto Legislativo n. 285/1992 “Nuovo codice della strada” e successive modificazioni prescrive che: Durante la circolazione si devono evitare rumori molesti causati sia dal modo di guidare i veicoli, specialmente se a motore, sia dal modo in cui è sistemato il carico e sia da altri atti connessi con la circolazione stessa. Il dispositivo silenziatore, qualora prescritto, deve essere tenuto in buone condizioni di efficienza e non deve essere alterato, nell’usare apparecchi radiofonici o di riproduzione sonora a bordo dei veicoli non si devono superare i limiti sonori massimi di accettabilità fissati dal regolamento, i dispositivi di allarme acustico antifurto installati sui veicoli devono limitare l’emissione sonora ai tempi massimi previsti dal regolamento e, in ogni caso, non devono superare i limiti massimi di esposizione al rumore fissati dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo 1991, Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 a euro 168.

Precedente Civitanova, resta incastrato con l'auto nel sottopasso e palpeggia un'estetista Successivo Scoperta una fattoria abusiva, animali segregati e non curati: uno è morto